Terremoto, il sud Italia trema all’alba: torna la paura, magnitudo ed epicentro

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La terra è tornata a tremare al sud Italia nelle prime ore del giorno. L’evento, che è stato segnalato da INGV, segue una serie di episodi che si sono verificati negli ultimi giorni. Tutti i dettagli: zone, magnitudo ed epicentro.

I disastri sismici in Italia sono molto frequenti, in media si contano uno ogni quattro o cinque anni. Proprio per questa ragione quando viene avvertita una scossa molte persone sono prese dal panico. Questa volta, come abbiamo anticipato, il fenomeno ha interessato la parte meridionale del paese. A comunicare l’evento sono stati i sismografi di Roma.

terremoto catanzaro
fonte foto: AdobeStock

L’Italia è uno dei paesi a più alto rischio sismico di tutto il Mediterraneo. Questo soprattutto per la sua storia geologica, poiché si trova nella zona di convergenza tra la placca africana ed eurasiatica. Ma è anche soggetta ad un elevato rischio sismico per la densità abitativa. La catena dell’Appennino, dove si è verificata l’ultima catastrofe nel 2016, è la zona in cui si registra oltre il 70% della sismicità della penisola.

Questa volta però il terremoto ha colpito la zona meridionale del paese, precisamente la Calabria. Proprio nelle primissime ore del giorno, la Salsa Sismica INGV di Roma ha segnalato un terremoto a Catanzaro. La costa ionica non è nuova a questi fenomeni, visto che proprio di recente sono stati registrati diversi eventi di questo tipo. Andiamo a conoscere i dettagli.

Terremoto a Catanzaro, magnitudo ed epicentro

Nelle prime ore del giorno di martedì 18 ottobre, una nuova scossa di terremoto è stata registrata in Calabria, precisamente a Catanzaro. Al centro c’è di nuovo la costa Ionica, proprio pochi giorni dopo in cui si era verificata una scossa di magnitudo 4.4 sempre nella stessa zona. I dettagli sono arrivati tempestivi come sempre grazie all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Il sisma di magnitudo 3.0 è avvenuto alle ore 05:10 il cui epicentro è San Floro, un piccolo paese in provincia di Catanzaro. Un sisma ad una profondità di 37 chilometri. La latitudine è stata di 38.8340, mentre la longitudine di 16.6090. Tra le città coinvolte, a parte l’epicentro ed il capoluogo calabrese, ci sono anche Borgia, Stalettì e Squillace, tutti in provincia di Catanzaro.

Fortunatamente non ci sono stati danni a cose o persone, ma la situazione rimane sotto controllo da parte delle autorità. Questo non solo per quanto successo cinque giorni fa nella stessa zona. Ma anche perché proprio di recente si è verificato uno sciame sismico che ha coinvolto la parte meridionale del paese. Non è un caso che l’Italia è uno dei paesi a forte attività sismica al mondo ed è studiato per sismologia storica.

terremoto catanzaro
fonte foto: screen INGV