Rider, chi paga di più? Le piattaforme che offrono più soldi: ecco dove conviene lavorare

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I rider sono figure lavorative in evoluzione, dove sono molti i ragazzi che decidono di farlo per avere qualche soldo. Ma chi paga di più? Ecco quali sono le piattaforma più convenienti per lavorare.

Quando parliamo di questa figura professionale ci riferiamo ad una persona che consegna cibo e prodotti per alcune piattaforme digitali. Sono numerose che lavorano su tutto il territorio italiano. In inglese il significato è ‘ciclista’ o ‘motociclista’, ma nel nostro paese si riferisce a qualsiasi lavoratore che svolga queste funzioni. Indipendentemente dal tipo di trasporto, anche se guida un’auto.

rider
fonte foto: AdobeStock

Almeno una volta nella vita tutti hanno usufruito del servizio delivery, comodo e veloce. Peccato che però la figura del rider è spesso al centro di interrogativi e sul fatto che questa è una occupazione che spinge ragazzi a lavorare in situazioni poco dignitose. C’è da aggiungere che da quando è emersa questa figura per la prima volta sono stati fatti passi da gigante per le condizioni.

Figure che usano diversi mezzi per spostarsi. C’è chi usa la bicicletta e chi il motorino, mentre altri usano la macchina. Il profilo più comune di queste persone è quello di un ragazzo tra i 29 e i 39 anni. Questo modello occupazionale ha consentito di inserirsi nel mercato profili che avevano difficoltà a trovare un lavoro di questo tipo. Ma qual è la piattaforma che paga di più e quindi consente di guadagnare meglio?

Piattaforme per rider: la top 3 dove si guadagna di più

Nel corso degli anni ci sono state diverse polemiche che hanno messo coinvolto le figure del rider. Questo non solo per quanto riguarda i guadagni, ma anche per quanto concerne l’assenza dei diritti del lavoratore o di sicurezza sul lavoro. Senza parlare dai licenziamenti in tronco se le consegne non sono rispettate o nel caso di infortuni non pagati. Ma adesso andiamo a rivolgere il nostro sguardo ai guadagni.

Al primo posto c’è Just Eat che è considerata la migliore piattaforma. Al di là delle problematiche comuni a tutte le società di questo tipo, i guadagni in questa azienda sono i più alti. I rider vengono pagati 8,50 euro fissi per contratto. Al lavoratore vengono offerti dei bonus durante il lavoro di consegna. Negli ultimi anni la società ha implementato i servizi di sicurezza a spese di Just Eat, oltre alle ferie pagate e all’assicurazione sulla vita.

Al secondo posto troviamo Deliveroo, la piattaforma dove ha investito anche Amazon. La società offre parecchi benefici, anche se non c’è un fisso. Il compenso minimo è di 11 euro lordi l’ora lavorativa. La persona può avere una indennità integrativa per chi lavora con pioggia o di notte. Dove si ottiene una maggiorazione del guadagno. Ci sono anche diversi bonus. Ad esempio chi fa 2000 consegne in un anno ci sono 600 euro di più.

Al terzo posto troviamo Glovo i cui guadagni variano in base alle città dove l’importo fisso è variabile ed è definito dai chilometri e dal tempo. Esattamente come le altre società, anche questa ha il compenso minimo di 10 euro l’ora lavorativa. Oltre alle tutele e diritti. Sono previste anche qui delle indennità integrative per festivi, notturni e pioggia. Ci sono anche dei premi sulle consegne.