WhatsApp, perché non riesco ad ascoltare i messaggi vocali all’orecchio? La soluzione

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

A tante persone è capitato non riuscire ad ascoltare un messaggio vocale all’orecchio su WhatsApp, una situazione che infastidisce un bel po’ di persone. Ma per fortuna c’è una soluzione: ecco di che cosa si tratta.

Nell’arco della giornata siamo portati ad usare una quantità infinita di applicazioni che abbiamo scaricato sul nostro smartphone per varie cose. Tuttavia, l’applicazione più usata da tutti è probabilmente proprio l’app di messaggistica istantanea che consente di parlare e tenerci in contatto con tutte le persone alle quali siamo legati. Ma a volte gli audio possono dare dei problemi inaspettati.

whatsapp
fonte foto: AdobeStock

Le note vocali sono, probabilmente per la maggior parte delle persone, una delle migliori forme di comunicazione che abbiamo su WhatsApp. Perché sono immediate, veloci e facili da registrare e, soprattutto, danno un’idea di quale sia il nostro stato d’animo in quel preciso momento. Se un messaggino scritto è fine a sé stesso, al di là delle emoticon, il vocale ha una forma più ‘calda’ e vicina.

I vocali permettono di aggiungere quel tocco di naturalezza a una conversazione che, quando è solo scritta, porta anche ad alcuni malintesi. Perché leggiamo le cose in base al nostro grado di stress e rabbia. E quindi è facile fraintendere. Ma scommetto che anche a te ti è capitato di premere il pulsante play, avvicinare il telefono all’orecchio e non sentire il vocale. Per fortuna c’è una soluzione.

Messaggio vocale WhatsApp: ecco come ascoltarlo all’orecchio

In questo periodo WhatsApp sta facendo una serie di aggiornamenti rivoluzionari, perfetti per molte persone. Quando si è da soli è normale ascoltare l’audio in vivavoce. Le cose però cambiano quando siamo con qualcuno o in un luogo pubblico, dove c’è una maggiore riservatezza. Proprio per questo motivo siamo portati ad ascoltare un audio all’orecchio, affinché non lo ascolti nessuno all’infuori di noi.

In caso ti dovessi trovare nella situazione in cui non riesci ad ascoltare l’audio, potresti dover configurare il microfono. È un passaggio molto semplice da fare. Se hai un iPhone devi andare su impostazioni generali, cliccare sull’icona di WhatsApp e autorizzare l’uso del microfono. Con un Android devi andare sempre in impostazioni e selezionare la voce di riferimento.

Se avvicinando lo smartphone al tuo orecchio l’audio non si sente potrebbe non funzionare il microfono. Potresti fare una prova con le chiamate per capire se il problema è di natura tecnica o meno. Anche perché potrebbe servire un intervento tecnico. La prima cosa però che devi controllare è che l’audio sia attivo e non silenzioso.

Un altro metodo che puoi provare è quello di spegnere e riaccendere il cellulare. A volte può succedere che il tuo smartphone sia sommerso e in sovraccarico che ha bisogno di una pausa per il funzionamento. Un altro punto è quello di aggiornare il software, un aspetto da non sottovalutare, così come aggiornare l’app.

Tra i consigli c’è anche quello di liberare la memoria, in quanto lo spazio potrebbe essere in sovraccarico e quindi l’app deve respirare tra chat e file vari. Per chiudere è possibile che non riesci ad ascoltare i vocali per un errore, magari il sensore non riesce ad entrare in funzione per bene. Tieni lo schermo puntato sull’orecchio e reggi il cellulare dalla parte posteriore.