Come fare la doccia per risparmiare? Tutti i consigli utili

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come dovremmo fare la doccia e quante ne dovremmo fare, a settimana, per risparmiare acqua ed energia? Ecco tutte le novità per l’inverno.

Non sarà un anno facile per gli italiani e già c’è grande preoccupazione intorno all’aumento dei costi dell’energia che stiamo attraversando. I metodi per risparmiare si moltiplicano e anche alcuni Governi europei hanno dato consigli, a volte stravaganti, sul come fare la doccia e non sprecare acqua ed energia.

come risparmiare doccia
foto Adobe Stock

È il caso della ministra dell’Ambiente svizzera che ha consigliato di prevenire gli sprechi facendo la doccia insieme al proprio partner. Un consiglio bizzarro ma, sicuramente, utile a ridurre il consumo medio d’acqua di ciascuno.

Non è solo la riserva idrica che preoccupa, ma anche il fatto che d’inverno, com’è ovvio, aumenta il consumo dell’acqua calda. Seppur ci ritroveremo a fare meno docce, rispetto alla calda e afosa estate, sicuramente cercheremo di sopperire al freddo con un bel getto d’acqua bollente o, magari, un bel bagno. Questo secondo caso è particolarmente deleterio visto che una vasca, per riempirsi, necessita di 130-170 litri d’acqua, per lo più, caldissima.

Come risparmiare facendo la doccia? Ecco tutti i consigli utili

Oltre a fare la doccia in compagnia, come ha consigliato la ministra svizzera, potremmo adottare altre piccole accortezze per risparmiare un po’. Innanzitutto è sempre meglio preferire la doccia al bagno, e questo è risaputo. Dobbiamo sapere, poi, che secondo alcuni studi ogni utente italiano medio userebbe circa 200 litri d’acqua al giorno, di cui 80-90 sono per lavarsi.

Secondo un’equipe americana di ricerca basterebbe una doccia al giorno di pochi minuti per rilassarsi e, inoltre, l’acqua non dovrebbe mai esser troppo calda. L’acqua bollente, infatti, non sarebbe necessaria per rilassarci e distendere le tensioni ma basterebbe quella tiepida. Una doccia troppo calda, poi, potrebbe danneggiare e rendere troppo secca la nostra pelle ma anche inaridire i capelli. Ovviamente è sempre consigliabile non lasciare l’acqua aperta mentre ci si insapona.

Se invece si preferisce fare la doccia la sera e non al risveglio, invece, è consigliabile usare un getto d’acqua più fresco. Uno shock termico, infatti, è in grado di risvegliarci e attivarci più in fretta per iniziare la giornata. Non solo l’acqua, ma anche altre bollette preoccupano i consumatori: ecco qualche metodo semplice per risparmiare.