Quanto costa il casco di Miller: resterai senza parole

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Jack Miller, in sella alla sua Ducati, sta raggiungendo obiettivi importanti in MotoGP. È uno dei più acclamati del paddock, ma quanto costa il suo casco? Una cifra decisamente alta.

Il campionato di MotoGp procede in maniera molto interessante. La competizione è sempre più serrata e porta molti piloti ad essere al centro dell’attenzione. Questa volta tocca al pilota australiano della Ducati essere al centro dell’attenzione degli appassionati.

Il motomondiale in questi anni ha decisamente cambiato registro. Alcune carriere sono terminate, come quella di Valentino Rossi, mentre altre sono iniziate e hanno raggiunto il punto più alto. Tra queste c’è sicuramente quella che riguarda Jack Miller. Il pilota Ducati sta dando sempre più conferme. Lui, in sintesi, è uno dei più importanti piloti di questo momento.

Come ben sappiamo, i piloti sono legati anche al loro casco. Tra i segni distintivi c’è sicuramente questo importante accessorio. Il casco, infatti, può essere d’aiuto in certe circostanze. Regalando momenti unici ai piloti. Vediamo insieme quanto costa il casco del pilota australiano della Ducati.

Quanto costa il casco di Jack Miller?

Il casco AGV Corsa R Miller è uno dei prodotti maggiormente seguiti dagli appassionati. Un caso che mostra efficienza e personalità. Questo è composto in fibra ed è avvalorato da una calotta in carbonio e fibra di vetro CAAF. Il costo non può che essere alto. A listino, infatti, tocca i 900 euro.

Questo modello presenta degli interni studiati per dare al pilota una protezione definita confortevole. Caratteristica che permette dei viaggi non solo lunghi ma anche impegnativi. Le cuffie all’interno sono reversibili e strutturate da due tessuti diversi in modo da avere un assetto sia per l’estate che per l’inverno. Casco dotato anche di paranaso con cinturino anti-turbolenza e interni che sono estraibili.

A differenza di quello che si pensi, il casco è EPS 5 densità. Cosa che permette di essere leggero. Il sistema, nuovo, di liberazione rapida dei cuscinetti delle guance permette di togliere il casco facilmente. Anche in situazione di incidenti con schermo VLS che riduce il pericolo di apertura accidentale in caso di sinistri.. La visibilità ha una classe ottica 1 con spessore che va dai 4 ai 5 mm con speciale trattamento antigraffio.

Da come vediamo da queste caratteristiche, il casco è utile soprattutto per i piloti che sono impegnati in viaggi lungi e non semplici da effettuare. Non ci deve stupire, quindi, che un pilota come Jack Miller si leghi a certi tipi di prodotti. In gara, i piloti cercano di mettere in campo tutte le loro qualità anche tramite queste cose. Stesso discorso per Fabio Quartararo. Anche nel caso del pilota francese, il casco ha un costo davvero alto e offre prestazioni a dir poco super.