Grave lutto nel mondo del calcio, è morto all’improvviso: era un punto di riferimento

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Grave lutto nel mondo del calcio e dello sport in generale. È venuto a mancare all’improvviso dietro un malore. Era un punto di riferimento per tutti ed era in piena attività: ecco di chi si tratta.

Un terribile annuncio che ha lasciato con la bocca aperta milioni di tifosi che non si aspettavano una dipartita così prematura di un uomo di sport, amato e stimato in tutto il mondo del calcio. La notizia ha fatto il giro del web e dei social in pochi minuti, tanto che in molti hanno deciso di ricordarlo con post di affetto, elencando i suoi grandi successi.

lutto nello sport
fonte foto: AdobeStock

Il mondo dello sport e del calcio in generale è rimasto freddato dalla notizia della scomparsa prematura di Gian Piero Ventrone, uno dei preparatori atletici più professionali che ci siano mai stati nel settore calcistico. È morto nella mattinata di giovedì 6 ottobre a Napoli, presso l’ospedale Fatebenefratelli dove era ricoverato. Era in piena attività, visto che era attualmente il preparatore atletico del Tottenham allenato da Antonio Conte.

Da quanto si apprende sul portale Sport Mediaset, pare che la causa del decesso di Ventrone è stata per una leucemia fulminante che non gli ha lasciato scampo. Aveva 62 anni ed aveva raggiunto la fama come un uomo imprescindibile per la Juventus nell’era di Giraudo, Bettega e Moggi. I tifosi bianconeri lo hanno ricordato quando ha preparato la squadra di Marcello Lippi e poi Antonio Conte con il quale ha continuato a collaborare.

Morto all’improvviso Gian Piero Ventrone: ecco chi era

gian piero ventrone
fonte foto: Twitter

Dopo che il mondo del calcio ha appreso la notizia terribile della morte di un campione che ha fatto la storia, adesso si trova orfano di un altro grande personaggio. Gian Piero Ventrone era nato a Napoli il 14 aprile 1960. Ma il suo nome è sempre rimasto legato a quello della Juventus, dove lo avevano soprannominato “Marine”, per via del suo passato militare e per come preparava i giocatori.

Il suo nome appartiene al ‘periodo d’oro’ dei bianconeri, quello che va dal 1994 al 1999 e poi dal 2001 al 2004. Anni in cui la Juventus vinse 5 Scudetti, più la Champions League e la Coppa Intercontinentale. È rimasto legato all’ex centrocampista e allenatore della Juve, Conte dove lo ha seguito in Inghilterra quando ha firmato per allenare gli Spurs. Era tornato a fare il preparatore atletico dopo aver avuto una breve parentesi come vice allenatore.

Tantissimi sono i messaggi di cordoglio che sono arrivati in queste ore sui social. Dove tantissime persone hanno voluto rendere omaggio al preparatore atletico che ancora oggi era in piena attività, prima di ammalarsi. Tra i tanti messaggi è impossibile non citare quello della Juventus che lo ha ricordato con una foto. Così come quello del Tottenham che si sono detti devastati per la perdita improvvisa.