Terremoto, serie di scosse nel Nord Italia: magnitudo ed epicentro

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La terra ha tremato ancora una volta nel Nord Italia con due scosse di terremoto avvertite dai cittadini. I dettagli sono arrivati dai sismografi della INGV di Roma: epicentro e magnitudo.

Qualche ore fa sono state avvertite due scosse di terremoto nella parte settentrionale della penisola italiana. Soprattutto la prima scossa è stata avvertita e segnalata dalla popolazione che si è messa al riparo all’istante. L’evento sismico ha generato panico e ansia, come è noto in questi casi. Andiamo a conoscere tutti i dettagli ed i dati diramati.

Non è una novità che l’Italia è un paese tanto vulnerabile a questi fenomeni naturali. Si trova in una zona nel mondo che è considerata molto sensibile quando si parla di terremoti. Proprio per questo motivo vengono registrati con frequenza. Alcune volte sono impercettibili, mentre altre volte hanno creato catastrofi, con gravi danni e morti e feriti.

Nelle ultime ore un nuovo fenomeno di questo tipo ha colpito la parte a nord-ovest della penisola italiana. Parlando nello specifico, è stato registrato un terremoto in provincia di Genova. Nel giro di pochissimi minuti ci sono state due scosse: la prima più intensa che ha generato panico, mentre la seconda è stata più lieve. I dati sono stati riportati dalla Sala Sismica INGV di Roma.

Terremoto in provincia di Genova, tutti i dettagli: magnitudo, epicentro e aree coinvolte

Dopo qualche ore in cui il terremoto aveva colpito la parte meridionale del Tirreno, questa volta il sisma ha colpito la provincia di Genova. Un evento che si è verificato intorno alle ore 23:41 di martedì 4 ottobre. Il terremoto di magnitudo 3.5 della scala Richter ha visto il suo epicentro a 2 km a ovest della città di Davagna con una profondità di 8 km.

La scossa è stata avvertita anche nel capoluogo, oltre che nell’entroterra e in altre zone di mare. Il Secolo XIX ha specificato che sono arrivate le segnalazioni anche da Savona, Cinque Terre e Varazze, posti che hanno avvertito la scossa. I vigili del fuoco sono stati avvertiti dalla popolazione con varie segnalazioni, ma non si registrano danni o feriti.

La situazione però rimane molto vigile, questo anche alla luce di ciò che è accaduto poche ore dopo. Si è verificata infatti un’altra scossa di terremoto con epicentro a Bargagli alle ore 01:19 del 5 ottobre. Questa volta però la magnitudo 2.0 non ha generato troppa paura tra la popolazione che probabilmente l’ha percepita solo in maniera lieve o per niente.

terremoto genova
fonte foto: screen INGV