Terremoto in Italia all’alba, la terra ha tremato ancora: magnitudo ed epicentro

Una scossa di terremoto ha colpito l’Italia nelle prime ore del giorno. L’evento sismico è stato riportato dai sismografi dell’INGV di Roma. Tutti i dettagli: magnitudo, epicentro e zone coinvolte.

Nelle primissime ore del giorno, l’istituto romano che riporta tutti gli eventi sismici che ci sono nel mondo ha riportato la notizia della scossa di terremoto che ha colpito la parte meridionale della penisola italiana. Un fenomeno che non è nuovo, visto che in più di una occasione abbiamo scritto che il sisma aveva interessato diverse zone del nostro paese.

terremoto
fonte foto: AdobeStock

Il terremoto in Italia si aggiunge alla lunga lista di terremoti che ci sono stati e che hanno devastato con relativa frequenza la penisola italiana. Il nostro territorio si trova su una zona di confluenza di diverse placche tettoniche. Il che significa, secondo le stime delle autorità italiane, che una elevata percentuale della popolazione del Paese vive in aree ad alto rischio sismico.

Quando parliamo di terremoto in Italia è impossibile non pensare alla tragedia de L’Aquila nel 2009. Ma anche quella nella regione del Lazio e delle Marche che ha provocato decine di morti e feriti. Questa volta il sisma si è verificato al largo del Mar Tirreno e non è stato di grande intensità da generare distruzione. Ma è sempre un evento che mette ansia e agitazione.

Terremoto in Italia, scossa nel Tirreno: magnitudo ed epicentro

La nostra penisola è tanto bella quanto vulnerabile. È spesso colpita da eventi sismici di grandi e piccole intensità. Poco prima del sorgere del sole, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha segnalato che un terremoto di magnitudo 3,1 si è abbattuto al largo del Tirreno Meridionale, con una profondità di 30 km e una longitudine di 38.6290 e una latitudine di 14.1240.

L’evento sismico, che per il momento non ha causato danni a cose o persone, si è verificato alle ore 06:03 di martedì 4 ottobre ed ha seguito una scossa registrata nelle ore precedenti. Sempre secondo quanto riportato dai sismografi dell’INGV, nel tardo pomeriggio di lunedì 3 ottobre è stata segnalata un’altra scossa, anche con una intensità minore.

Alle ore 19:48 una scossa di terremoto di magnitudo 2,9 è stata riportata sempre nel Tirreno, ma questa volta la zona interessata è al largo della costa tirrenica cosentina, in Calabria. La profondità è stata di 258 chilometri. Anche in questo caso non ci sono stati danni, in quanto il sisma è stato di bassa intensità. L’attenzione però continua ad essere molto alta.

terremoto italia tirreno
fonte foto: screen INGV

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news