Chi non deve pagare il bollo auto? Ecco a chi spetta l’esenzione

L’acquisto di un nuovo veicolo porta, in maniera inevitabile, a dover pagare il bollo auto. Nel 2022, alcuni cittadini non dovranno pagare questo tributo regionale. Ecco a chi spetta l’esenzione.

L’acquisto di una nuova vettura porta dei costi a cui non è possibile sottrarci. Tra questi c’è una tassa conosciuta come bollo auto. Il tributo regionale, infatti, va immediatamente versato entro l’ultimo giorno del mese in base a quando è avvenuta l’immatricolazione. Anche se si può versare anche il mese successivo a tale evento.

Bollo auto
Fonte Foto Canva

Se per quanto riguarda un veicolo nuovo, la regola è sempre quella. Qualche discorso potrebbe cambiare in caso di veicolo non nuovo. In questo caso, ci potrebbe essere l’esenzione dal pagamento del bollo auto. Tale scenario può innescarsi tramite una legge nazionale. Questa permette il pieno esonero al pagamento.

Tale regola, nonostante si parli di un tributo regionale, permette l’esenzione ad alcuni soggetti. Nonostante il 2022 del bollo auto sia stato pieno di sconti permette ad alcune persone di non dover pagare il bollo. Le situazioni che portano all’esonero sono varie. Vediamo insieme chi coinvolge tale discorso.

Esonero bollo auto, i soggetti interessati: ecco i dettagli

La Legge italiana fornisce sempre agevolazioni per le persone che hanno difficoltà. Ad esempio, l’esonero del bollo auto si lega alle persone che hanno la Legge 104. Ma ci sono anche altri casi da segnalare in questo senso.

Partiamo con chi ha acquistato un auto nuova e totalmente elettrica. Con questo scenario, il titolare potrebbe avere il completo esonero dal pagamento della tassa. Ad esempio, in Lombardia già è concessa l’esenzione sia per le vetture elettriche sia per quelle a idrogeno. Questa decisione è un modo per incentivare l’acquisto di questi veicoli. Vetture che inciderebbero positivamente anche sull’ambiente.

Sempre in Lombardia, il bollo auto ha uno sconto del 50% per i primi 5 anni se si acquista un veicolo ibrido. Mentre l’esenzione scatta nei primi 3 anni se si demolisce un veicolo che inquinava e si acquista uno a Euro 5 o 6 bifuel a benzina oppure ibrida.

Un’altra situazione in cui si palesa l’esenzione è in caso di possesso di un auto d’epoca. Il veicolo in questione deve rientrare in un discorso di oltre 30 anni e non deve legarsi all’uso professionale. In questo contesto rientrano anche vetture che sono iscritte nei registri perché attorno a loro c’è un interesse storico.

Per chi, invece, deve comunque pagare il bollo auto c’è uno sconto. Sempre nella regione lombarda, a tal proposito, c’è una riduzione del 15%. Tale sconto è pari a due mensilità ed è possibile averlo tramite l’attivazione della domiciliazione bancaria. In sintesi, versare la quota del bollo tramite pagamenti elettronici aiuta a ricevere lo sconto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news