Reddito di cittadinanza addio? Quale destino per l’aiuto economico

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Con la vittoria del centrodestra, si sono aperte varie riflessioni sui temi più caldi. Alcune di queste riguardano il reddito di cittadinanza. Sarà addio?

Fin dal primo momento, il reddito di cittadinanza ha diviso la platea politica. In questa ultima campagna elettorale le posizioni su questa misura nata dal Movimento 5 Stelle sono state varie. Con la vittoria del centrodestra, però, potrebbe esserci l’addio.

Reddito di cittadinanza
Adobe Stock

Le ultime votazioni hanno dato vita ad una vittoria importante del centrodestra. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è stato il primo partito, distaccati in maniera importante gli alleati della Lega e di Forza Italia. Con ogni probabilità, il nuovo governo attuerà delle profonde riflessioni sul reddito di cittadinanza.

Come abbiamo detto, tale misura è stato al centro del dibattito politico. Nel frattempo, alcuni fortunati hanno ricevuto un pagamento extra per il reddito di cittadinanza. Tale misura è ben voluta dagli italiani dato che fornisce un discreto aiuto. Ma con il nuovo governo le cose potrebbero cambiare. Vediamo insieme lo scenario e cosa potrebbe accadere.

Addio al reddito di cittadinanza? La posizione del nuovo governo

La misura messa in atto dal Movimento 5 Stelle ha aiutato, in un certo modo, tanti italiani. Non è un caso che il partito governato da Giuseppe Conte ha ottenuto oltre il 16%. I 5 Stelle, però, non faranno parte del governo e quindi tutto è in mano al centrodestra. I partiti di quel fronte, durante la campagna, spingevano per l’abolizione.

Tale pensiero ha fatto capo soprattutto nelle parole di Giorgia Meloni. Per la leader di Fratelli d’Italia va eliminato per dare i fondi a politiche di lavoro. Per chi può lavorare ci potrebbero essere dei percorsi adeguati di formazione oltre ad un potenziamento delle varie politiche in tal senso.

Il pensiero della Meloni coinvolgeva anche gli alleati. In sostanza, l’idea è sostituire il reddito con strumenti per tutte le persone in difficoltà sia dal punto di vista fisico sia sotto il profilo economico. Mentre per chi può lavorare ci sarebbero percorsi prestabiliti. In questo caso rientra anche una struttura di ammortizzatori sociali che fanno capo a tutti i lavoratori.

Anche se, nella coda della campagna, qualcosa è cambiato. Forza Itala, nella persona di Silvio Berlusconi, ha parlato di raddoppio per il reddito di cittadinanza. Come vediamo, la situazione non è di semplice risoluzione. Anche perché tanti cittadini si ritroverebbero senza un reddito importante per loro. Di certo, ci saranno alcuni cambiamenti in merito anche se Giuseppe Conte ha promesso massima protezione alla misura. Vedremo, dunque, se questo porterà all’addio o soltanto a degli accorgimenti.