Superbonus e incentivi edilizi, i programmi dei partiti: cosa dice la politica

Tra i tanti temi che stanno portando avanti i partiti in questa campagna elettorale ci sono anche il Superbonus e altri incentivi edilizi. Vediamo cosa dicono i vari programmi a proposito di questo argomento.

I programmi dei vari partiti elettorali sono davvero molto vasti. Ci sono, però, degli argomenti che fanno discutere più di altri. Come, ad esempio, il Superbonus e i vari incentivi edilizi. Questi hanno sempre diviso la platea politica. Cosa che continua a verificarsi anche tramite il programmi.

Superbonus-programma-partiti-2
Fonte foto Ansa

Come ben sappiamo, la politica si divide su moltissimi temi. Su questo particolarmente dato i vari problemi che si sono avuti. Ragion per cui si tratta di un argomento molto spinoso e che, comunque, vede i partiti con posizioni chiare e nette.

Il peso di questi incentivi per lo Stato non è indifferente. Cosa che ha portato molti a scagliarsi contro tali bonus. Per quanto riguarda il Superbonus 110% ci sono delle normative a cui prestare attenzione. Il discorso da come lo si guardi è abbastanza scivoloso. Andiamo a vedere, dunque, come si vogliono muovere i partiti in questo contesto. I programmi ci chiariscono ogni dubbio.

Superbonus e misure per l’edilizia, le idee dei partiti: i programmi

Come anticipato, le idee in merito a tale argomento sono molto diverse. Se il Movimento 5 Stelle spinge per una migliore stabilizzazione, l’intero centrodestra parla di fare ordine su questi incentivi fiscali. Il centrosinistra, invece, non fa nessun riferimento in merito. Azione e Italia Viva hanno scelto di seguire la stessa strada. Anche se nel precedente accordo tra Letta e Calenda un punto riguardava sia il Superbonus 110% che il Reddito di cittadinanza.

Andiamo nello specifico, il Movimento 5 Stelle spinge fortissimo sulla questione ambiente. Il Superbonus sarebbe una misura di protezione verso la natura tramite i vari incentivi che permettono una transizione sicura e stabile. Il tutto avverrebbe tramite una certa liquidità per imprese e persone. Il punto centrale nel programma dei pentastellati è legato alla cessione dei crediti fiscali strutturale.

Per quanto riguarda il centrodestra, invece, si parla della salvaguardia dell’attuale situazione e di riordinare gli incentivi. Quindi punti cruciali sono: riqualificazione, efficacia energetica degli immobili pubblici e privati. Forza Italia, come riportato da Il Sole 24 Ore, propone di razionalizzare e semplificare la misura. Due aspetti che, per Forza Italia, riguarderebbe sia i vari bonus ma anche il Superbonus e il sismabonus.

Argomento molto presente anche nel programma della Lega. Il partito di Matteo Salvini vuole una misura che permetta l’accesso alle varie agevolazioni. Soprattutto a chi ha già diritto a tale incentivo. Per la Lega si deve trovare un punto di equilibrio tra i fondi e le spese dello Stato. La proposta vede che per le villette ci sia la rimozione del vincolo del Sal. Sulle prime case con classe energetica bassa interventi possibili anche dal prossimo anno.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo