Come prenotare il vaccino Covid? Ecco i casi regione per regione

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La situazione coronavirus è sempre in costante aggiornamento. A tal proposito molti si chiedono come prenotare il vaccino Covid aggiornato contro Omicron. Vediamo insieme i casi regione per regione.

Questa estate si sono segnalati dei dati che hanno fatto allarmare. I tanti positivi si sono legati a nuove varianti che hanno portato a produrre vaccini ancora più efficienti. In vista dell’inverno, molti si chiedono come prenotare il vaccino Covid aggiornato ad Omicron. Le regioni non hanno tutte le stesse indicazioni.

Vaccino Covid
Adobe Stock

La campagna di vaccinazione è appena partita e riguarda la seconda dose anti-omicron. Fino a questo momento l’unica prenotazione possibile riguarda la versione bivalente. Tale versione riesce a contrastare Omicron e il ceppo originaria. Dall’Ema, però, è arrivato il semaforo verde per il vaccino contro le ultime varianti. Parliamo di Omicron Ba.4 e Ba.5.

Nelle ultime settimane si è molto parlato di questo tema. A quanto pare, un vaccino contro omicron 5 potrebbe arrivare presto in Italia. In attesa di questa possibile evoluzione, gli altri vaccini sono comunque efficienti. Questo porta a chiedere molti come prenotare per farselo somministrare. Andiamo a vedere tutti i casi regione per regione.

Vaccino covid, come prenotarlo? I casi regionali

Le prime forniture sono state consegnate alle varie regioni. Di fatto, tale preparazione ha dato il via alla campagna di vaccinazione per le persone oltre i 12 anni. L’obiettivo, come spiegato dal direttore della Prevenzione generale del ministero della Salute Giovanni Rezza, è quello di seguire una strategia che si collega a quella dell’influenza.

In Liguria e in Trentino è già partito un importante avviso. Nella prima regione si può già prenotare dal 9 settembre 2022 sul portare “prenotavaccino“. Dal 15 settembre 2022 prenotazioni aperte anche per le farmacie. La prenotazione è possibile se sono passati almeno quattro mesi dal primo richiamo o dalla positività. Discorso simile per il Trentino che dà la possibili di prenotare ai soggetti fragili che hanno più di 12 anni, agli studenti, ai lavoratori e agli over 60.

Nel Lazio, le prenotazioni sono disponibili sul sito della Salute Lazio. Il vaccino è raccomandato ai soggetti fragili over 12, agli operatori sanitari, quelli RSA e alle donne in gravidanza. La prenotazione può essere richiesta sia online che tramite hub, farmacie e medico di fiducia. A Napoli, invece, la prenotazione non è possibile dato. La decisione è partita dal fatto che solo poche persone hanno deciso di vaccinarsi. Per questo, si stanno inviando anche messaggi per convincere i cittadini a vaccinarsi.

Dal 13 settembre 2022 sarà possibile prenotarsi in Toscana per il vaccino bivalente. Anche in questo caso, bisogna rivolgersi al portale della Regione. In alternativa si potrà fare richiesta al medico, al pediatra o alle farmacie. In Sardegna, le modalità sono in aggiornamento. Mentre per la Sicilia il riferimento è il portale costruire salute.

In Lombardia le prenotazioni saranno aperte dal 14 settembre tramite portale online. Nelle Marche dal 15 settembre tramite sempre il portale di riferimento. In Abruzzo, la campagna è iniziata l’8 settembre. A Chieti e L’Aquila sarà richiesta la prenotazione online, mentre a Teramo e Pescara non sarà necessaria.

Chiudiamo la nostra rassegna con il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. Entrambe le regioni hanno aperto alle prenotazioni il 12 settembre 2022. Nel Veneto, la richiesta va fatta online tramite portale. Per il Friuli-Venezia Giulia, invece, oltre all’online ci sono diverse modalità. Si può fare richiesta al CUP delle strutture sanitarie, nelle farmacie e attraverso call center di regione al numero 0434/223522. Questo è attivo dalle 7 alle 19 dal lunedì e venerdì mentre di sabato l’orario è dalle 8 alle 17.