Gratta e vinci vincenti, quanto guadagna un tabaccaio? La cifra è alta

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tra i tanti giochi eseguiti quotidianamente ci sono i gratta e vinci. I biglietti vincenti permettono un’entrata anche al tabaccaio. A quanto ammonta? Andiamo a vedere tutti i dettagli, la cifra potrebbe sorprendere.

Ci sono varie attività redditizie che permettono di raggiungere cifre importanti. Per chi possiede una tabaccheria, uno dei business più importanti a livello di entrate riguarda i gratta e vinci. I biglietti, infatti, sono molto richiesti e le entrate possono arrivare da quelli vincenti.

Gratta e vinci
Adobe Stock

I gratta e vinci, ormai, sono tra i prodotti più utilizzati. Ci sono vari tipi di biglietti che incuriosiscono sempre di più. In alcuni casi, i biglietti possono dar vita ad una vincita davvero da capogiro. Questo aspetto rappresenta in gran parte il motivo del successo di tale strumento. Di fatto, è ormai diventato tra i più apprezzati in Italia.

Si gioca un biglietto con la speranza che la nostra situazione economica possa cambiare. Con un gratta e vinci la vita può cambiare in un attimo. Soprattutto se si è fortunati nel vincere una cifra molto sostanziosa. A proposito di vincite, in caso di vittoria quanto incassa un tabaccaio? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Quanto guadagna un tabaccaio da un gratta e vinci vincente? La previsione

Prima di svelare le cifre in merito al guadagno di un tabaccaio tramite i gratta e vinci vincenti bisogna fare un passo indietro. Questi strumenti sono molto apprezzati e quindi molto giocati. Questo è un gioco che permette un’ampia scelta. I gratta e vinci hanno dei segreti dietro le vincite.

Dunque, in caso di vittoria gli introiti non finirebbero solo nelle tasche del protagonista. Ci sarebbero introiti anche per chi ha venduto quel biglietto. In questo caso, il guadagno si basa sugli aggi. Tale fattore avviene praticamente per qualsiasi prodotto che è fornito dal Monopolio di Stato. L’aggio è il ricavato del tabaccaio che viene calcolato tramite la percentuale sul prezzo al pubblico del prodotto. Il suo valore, come segnalato dalla normativa dell’articolo 10 comma 6 del DPR 633/72, non ha IVA.

L’aggio, per quanto riguarda giochi istantanei, palesa una percentuale del 8%. Dato che si parla di percentuali e di tante opzioni dettate dai gratta e vinci, fare una cifra è molto complesso. Anche perché gli aggi che riguardano i gratta e vinci si cumuleranno agli altri giochi. Possiamo dire, come riportato dal sito consultingitaliagroup, che un tabaccaio può vedere l’importo degli aggi arrivare ad un minimo di 60.000 euro al mese.

Insomma, la cifra è sicuramente importante e può crescere sempre di più vedendo di quanti giochi istantanei è composto tale settore. La cifra, come detto, è puramente indicativa perché molto complesso svelarla al netto.