Covid, via libera a due vaccini per combattere le varianti: ecco la situazione

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I positivi al Covid stanno aumentando sempre di più. Complice il fatto che, in queste settimane, sono venute fuori alcune varianti. Per questo motivo, l’EMA ha dato il via libera a due vaccini ancora più efficaci. La situazione.

Questa estate ha portato alla luce una situazione davvero insolita. I contagiati al Covid, infatti, sono arrivati ad un numero davvero molto alto. Gli dati sono dovuti al fatto che si siano presentate delle nuove varianti. Cosa che ha portato i vaccini ad andare un po’ in difficoltà.

Vaccini Covid
Adobe Stock

Gli alti numeri che ha regalato la stagione estiva ha fatto aumentare la preoccupazione in vista dei mesi più freddi. Soprattutto per alcune categorie di persone. Proprio per questo motivo, l’EMA ha dato il lascia passare a due vaccini mRNA che sarebbero più efficaci proprio contro le nuove varianti.

Come ben sappiamo, questo virus tende a cambiare. Ragion per cui, alcune soluzioni hanno bisogno di un rafforzamento. La nuova variante Covid secondo uno studio ha messo proprio in difficoltà i vaccini. Segno di come le aziende non potevano fare altro che intervenire in tal senso. Andiamo a vedere insieme a chi sono destinati questi vaccini e come potrebbe svolgersi il processo di vaccinazione.

Covid, in arrivo due vaccini ancora più efficaci: i dettagli

Pfizer e Moderna hanno ricevuto il via libera dall’EMA per i loro vaccini a mRNA. Questi vaccini sarebbero più efficaci contro le sottovarianti di Omicron e contro la versione originale del virus. I vaccini saranno somministrati a persone con età minima di 12 anni. Questi, inoltre, dovranno aver anche completato il primo ciclo di vaccinazione.

Come spiegato dall’EMA, l’obiettivo principale di questi due vaccini è quello di fronteggiare in maniera ancora più solida le versioni del virus che stanno circolando ora. Inoltre, si vuole essere sempre al passa nei confronti di un virus che continua a cambiare.

Questi due nuovi vaccini, quindi, si presentano in maniera più efficacia. Secondo quanto riportato da Focus, Le sperimentazioni non hanno rilevato effetti avversi diversi rispetto al passato. L’EMA, inoltre, sta analizzando i dati di altri vaccini. Questi riguarderebbero le varianti Omicron BA.4 e BA.5. In caso di analisi idonea si darà il via libera anche a queste versioni.

Dall’ok dell’EMA si passerà al parere della Commissione Europea per avere l’autorizzazione. Le autorità nazionali sanitarie decideranno a chi sarà destinato tale booster e quando. Una novità di questi vaccini è che saranno bivalenti. Come detto, saranno utili anche per la versione originale del Covid sia per le sue recenti varianti. Insomma, non resta che attendere qualche settimana e vedere quale saranno le nuove disposizioni. Di certo, in inverno potremmo dover vaccinarci con questi due nuovi vaccini.