Covid, nuova variante all’orizzonte: i vaccini potrebbero andare in difficoltà

Il covid non è ancora sparito. Dalle ultime notizie, una nuova variante sta prendendo sempre più piede. Questa non solo sarebbe più contagiosa ma supererebbe le barriere create dal vaccino. Tutti i dettagli.

Anche la bella stagione è stata legata alla fortissima presenza del Covid. La pandemia, infatti, non è andata in vacanza è ha segnalato altissimi numeri. Cosa che ha innescato una certa preoccupazione anche per il futuro. Ora, però, la preoccupazione aumento ancora di più in base ad una nuova variante.

Covid
Adobe Stock

Questo nuovo scenario sta facendo salire la preoccupazione di molti dato gli alti numeri già messi in preventivo per il prossimo inverso. Tale variante è stata segnalata negli Stati Uniti ed ha già toccato il 6,3% dei casi. Omicron 4.6 si sta diffondendo in alcuni Stati come Iowa, Kansas, Missouri e Nebraska. Oltre alla parte orientale e Sud del paese.

La variante è stata inserita dai Cdc tra quelle che preoccupano. Questa mostra un libello di trasmissione abbastanza alto e i vaccini sembrano non essere del tutto adeguati. Proprio per questo motivo, la situazione sembra complessa. Inoltre, uno studio ha dimostrato come il covid possa procurare danni alle funzioni cerebrali. Andiamo a vedere tutti i dettagli di questa nuova variante.

Covid, variante Omicron 4.6: caratteristiche e sintomi

Secondo quanto riportato alla NBC la dottoressa Sharon Welbel, questa variante avrebbe un’altra mutazione nella proteina spike. Questa, come ben sappiamo, fornisce un grande aiuto al virus nell’inserimento delle cellule. Cosa che la porta ad avere un vantaggio nella fuga immunitaria. Significa, spiega la dottoressa, che le varianti permettono al virus di sfuggire ai vaccini. Quindi, sono una sorta di aiuto.

La variante Omicron 4.6 conterrebbe un alto tasso infettivo e tanti si chiedono che se esser stati positivi in precedenza possa permettere l’immunità a questa variante. Sempre dalla dottoressa Sharon Welbel svela che con ogni probabilità non ci sarà nessuna protezione. Anche se l’immunità naturale, spiega, ci aiuterà nella protezione alla forma grave.

Al momento, molto difficile svelare il quadro completo dei sintomi. Omicron 4.6, infatti, è un’incognita ma condivide molti sintomi rispetto alle forme precedente. Anche in questo caso ci possono essere febbre, tosse, problemi respiratori, stanchezza, vomito, perdita di gusto e olfatto e molti altri ancora. I più segnalati sono stati tosse, congestione, naso che cola e stanchezza.

Come vediamo, la situazione covid è tutt’altro che conclusa. La nuova variante sembra stia prendendo sempre più piede negli Stati Uniti. Uno scenario ancora più complesso dato che pare ci possa essere una nuova ondata Covid da ottobre. Insomma, vedremo come evolverà anche questa nuova variante e se arriverà in Italia. Di certo, l’allerta è sempre massima e prossimamente scoprire le nuove indicazioni del governo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news