Prezzi record, arriva la stangata per gli italiani: rincara tutto

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sta per arrivare una vera e propria stangata per gli italiani che si vedranno a fronteggiare i prezzi record. Una nuova ondata che porterà ai rincari di beni e servizi.

I prezzi sono aumentati in media del 9,1% in tutta l’Eurozona nel mese di agosto rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Due decimi in più rispetto a luglio, creando disagi e problemi economici per milioni di persone. Il principale fattore determinante dell’aumento dei prezzi di agosto è stata l’energia, seguita da carburante, cibo, alcol e tabacco. Una situazione che potrebbe peggiorare nei mesi avvenire.

prezzi record
fonte foto: AdobeStock

La situazione in Italia, così come nella stragrande maggioranza dei paesi, è davvero drammatica dal punto di vista economico. I prezzi nel nostro paese sono aumentati ad un livello tale che non si vedeva dal dicembre 1985, come ha riportato l’Istituto nazionale di statistica. I dati preliminari dell’Istat hanno mostrato che i prezzi ad agosto erano dello 0,8 per cento in più rispetto a luglio.

Tanti sono i beni e servizi che hanno subito uno scossone. Per prima cosa ci sono tutti i prodotti legati all’energia che sono stati il ​​principale fattore alla base dell’aumento e che hanno portato a dei prezzi record su tutto. Tanto che il governo italiano è stato portato ad emanare il Decreto Aiuti Bis con una serie di bonus. Quali sono i rincari che dovremmo aspettarci?

Prezzi record per gli italiani: ecco i beni e servizi che costano di più

L’inflazione record ha portato una serie di aumenti che hanno generato gravi disagi finanziari per milioni di italiani. Tantissimi sono i beni e servizi che hanno visto rincari esorbitanti. Oltre alle bollette di luce e gas, come viene sottolineato su sul portale IvestireOggi.it, tra i prezzi aumentati ci sono quelli che riguardano voli aerei. Senza contare ai beni alimentari, così come il semplice caffè al bare le camere di un albergo.

Il futuro non sembra avere una buona prospettiva, dove la stagione autunnale potrebbe portare degli aumenti allarmanti per le famiglie italiane, come ha sottolineato Unione nazionale consumatori. Oltre ai beni e servizi sottolineati sopra, ci saranno altri rincari che provocheranno enormi difficoltà, soprattutto per chi fatica già ad arrivare a fine mese, dove si prospetta una spesa in più di 620 euro.

Per prima cosa ci sarà un ulteriore rincari che riguarda le bollette dell’energia elettrica. La spesa per la luce potrebbe arrivare a 280 euro, a differenza dello scorso anno che si era fermata a 200 euro. Il gas potrebbe andare peggiorando, visto che si prospetta un piano per affrontare la spesa. Tra gli allarmi c’è anche il carburante, dove è in dubbio la proroga sul taglio delle accise.

Un altro rincaro preoccupante è quello che riguarda la spesa alimentare, visto che pare che ci sarà un aumento di 155 euro in più nella stagione autunnale. È incredibile infatti la differenza dei prezzi di pasta, pane, bevande, frutta e verdura rispetto allo scorso anno. Beni che sono arrivati ad avere costi importanti.