Caro bolletta, risparmia con la cottura della pasta: la tecnica rivoluzionaria

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Contro il caro bolletta di luce e gas è possibile sfoggiare la tecnica economica per la cottura della pasta. Si tratta di un modo innovativa per risparmiare soldi: ecco cosa c’è da sapere.

Il previsto aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas in tutta l’eurozona, compresa l’Italia, per il prossimo inverno viene descritto come un’emergenza nazionale. Una situazione che rappresenta una minaccia finanziaria almeno altrettanto grande della recente pandemia. Proprio per questo motivo sono iniziate a definirsi alcune strategie per fronteggiare questa crisi.

cottura pasta
fonte foto: AdobeStock

Si prevede che l’imminente aumento sulle bollette energetiche dei consumatori spingerà la maggior parte delle famiglie verso la povertà energetica. Oltre a mettere a dura prova l’economia familiare che potrebbe provocare serie ripercussioni su vari settori. Alla luce di questa difficoltà e del martello pneumatico del caro bollette, in tanti cercano modi e strategie per risparmiare un po’ di soldi per arrivare a fine mese meno ‘soffocati’.

Un modo che nessuno conosceva di risparmiare, fino a quando il premio Nobel Giorgio Parisi ha deciso di rivelarlo a tutti, è quello di cucinare la pasta a fuoco spento. Può sembrare una cosa impossibile, ma il fisico e accademico italiano non solo ne è convinto, ma ha anche spiegato come fare per mangiare di gusto e in economica.

Cucinare la pasta a fuoco spento contro il caro bollette: ecco come fare

Non è un periodo facile per tanti italiani, soprattutto dopo lo stop di Mosca per il gas. Una novità però ci arriva dall’accademico e fisico Parisi che ha sottolineato che la pasta si può cuocere anche a fuoco spento. Se lo dice un Premio Nobel per la Fisica possiamo fidarci. Il professore di fama mondiale ha deciso di dire la sua su uno dei dibattiti culinari più aperti. Così ha deciso di condividere un post su Facebook in cui spiega la sua ricetta al risparmio.

In piena crisi energetica e alle porte di un inverno tutt’altro che roseo in termini di gas e bollette con il timore di un lockdown energetico, il premio Nobel ha condiviso consigli che potrebbero essere utili per risparmiare. Tutto quello che devi fare sono delle piccole e semplici mosse fattibili a chiunque abbia un minimo di dimestichezza con i fornelli.

Ma quali passaggi devo fare? Il primo è quello di portare l’acqua a ebollizione con il coperchio sopra e poi buttare la pasta. Una volta che tieni il gas accesso per 2 o 3 minuti, il tempo per far ripartire il bollore, spegni il gas. Chiusi il coperchio e fai cuocere la pasta 1 o 2 minuti in più rispetto al tempo di cottura. Poi scola e condisci a tuo gusto.

Cottura passiva della pasta: ecco quanto risparmi

Il premio Nobel ha specificato che con questa tecnica chiamata ‘cottura passiva’ si risparmiano 8 minuti di gas che fa un bel risparmio visto che la pasta viene cotta tutti i giorni nelle abitazioni degli italiani. “Credo sia una novità da divulgare, bisognerebbe cambiare abitudini e non è necessariamente un male”, ha sottolineato Parisi.

Tra l’altro, un recente studio promosso da Unione italiana food sostiene che l’utilizzo del coperchio durante la bollitura consente di risparmiare tempo. Ma soprattutto fino al 6% di energia ed emissioni di CO2e. Spegnere il fuoco dopo i primi 2 minuti di cottura tradizionale lasciando il coperchio per non disperdere calore si traduce in risparmio energetico ed emissioni di CO2e fino al 47% .