Decoder gratuito per gli over 70: c’è ancora tempo per far parte della nuova rivoluzione televisiva

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Non è un momento facile per i pensionati: la crisi economica si ritorce, con effetti devastanti, sui soggetti più fragili. Ed è per questo che, tra le agevolazioni per gli over 70, il Governo ha inserito anche quella dei nuovi decoder tv.

La rivoluzione digitale che coinvolge anche il mondo televisivo, gioco forza, prevedendo nuovi standard di trasmissione e di visione dei programmi, deve viaggiare di pari passo con quella tecnologica.

decoder gratis
foto adobe stock

Ed è per questo che il Governo ha messo in atto una straordinaria forma di agevolazioni per permettere ai cittadini, in particolare ai soggetti con meno disponibilità economica, in questo caso gli anziani, attanagliati da una crisi che non concede tregua a chi già prima andava avanti a fatica, di usufruire dei nuovi apparecchi, in questo caso i decoder, funzionali a ricevere correttamente i rinnovati segnali, a titolo gratuito.

I 70enni italiani, almeno una buona media di loro, in particolare le donne, lo dicono le statistiche, hanno un rapporto molto forte con la televisione. Determinati programmi quotidiani diventano “compagni di vita”.

Inevitabile, nell’ambito delle risorse e dei programmi da destinare a quella fetta sociale più bisognosa, che il Governo non abbia addirittura pensato, in un momento così difficile, dove ogni piccola spesa è un nuovo colpo di mannaia, di offrire addirittura a titolo gratuito i nuovi apparecchi, quelli che consentono di ricevere in modo idoneo il nuovo segnale. In questo modo si consente un piccolo risparmio su una spesa che per le famiglie sarebbe stata inevitabile da sostenere.

Rivoluzione tecnologica e digitale del mondo televisivo: ecco come il Governo sostiene le fasce più deboli

In primo luogo, l’emendamento, alla sua origine, prevedeva un rifinanziamento di 68 milioni di euro per l’agevolazione in vista dello switch off a DVB-T2. Ma non era l’unica novità, perché con il provvedimento il Governo ha voluto non solo sostenere le fasce economicamente più deboli, ma aiutare anche le fasce di età meno esperte, ovvero gli over 70, per consentire loro di continuare ad accedere a un servizio come già detto essenziale.

In questo caso, ad essere coinvolti dall’emendamento sono gli over 70 con indennità di pensione sotto la soglia dei 20mila euro annui: costoro possono ancora ricevere direttamente a casa un decoder DVB-T2 del valore massimo di 30 euro. Questa novità è possibile grazie alla convenzione che ha stipulato il Ministero dello Sviluppo Economico con Poste Italiane. Saranno ancora loro il corriere incaricato della consegna, ecco in tal senso il percorso idoneo da compiere per riceverlo.

Quando si tratta di adattarsi al nuovo sistema televisivo le strade da percorrere sono inevitabilmente due: o si acquista una nuova tv integrata al nuovo segnale, oppure si inserisce un decoder adattando i vecchi apparecchi. Naturalmente, per molti, il prezzo di una nuova tv diventa proibitivo.