Nuove tessere sanitarie, problemi con i servizi online? Ecco come risolverli

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Molte persone hanno problemi ad accedere ai servizi online con le nuove tessere sanitarie. Un dilemma comune che non dipende dal proprio pc o connessione internet, ma da una carenza di base: ecco come risolverlo. 

Tra i tanti documenti indispensabili per la vita di ogni cittadino sono la Carta dei servizi. Ogni anno sono in molti che devono rinnovare, ma l’ultima novità è l’assenza di microchip. Questa è dovuta dal fatto che c’è una carenza di materiali semiconduttori per. questioni legate alla crisi internazionale. Una mancanza che comporta l’impossibilità nell’accedere ai servizi online con la tessera.

nuova tessera sanitaria
fonte foto: AdobeStock

Oltre dieci milioni di italiani devono acquistare o rinnovare la propria tessera sanitaria. È un documento indispensabile in quanto comporta che la persona è iscritta al servizio sanitario nazionale e mostra anche i dati sensibili come nome, cognome, codice fiscale e data e luogo di nascita. In pratica è un documento che autentica la nostra identità e che viene usata da molte persone su numerosi portali.

Proprio per la sua fruibilità, il fatto che la nuova tessera sanitaria non abbia il microchip e che quindi non si può accedere ai servizi online è un bel dilemma. Molte persone, infatti, non riescono ad entrare in portali istituzionali della Pubblica amministrazione. Ma per fortuna non c’è da disperarsi che c’è una soluzione.

Nuove tessere sanitarie: ecco come accedere ai servizi online

Entrare online con questo documento è una grande comodità, visto che molte persone con la tessera sanitaria monitorano le spese sanitarie. Proprio per questo motivo il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha autorizzato dal 1° giugno la diffusione della tessera semplificata. Si tratta di una versione emessa dal Ministero stesso e che consente ai cittadini di accederei ai servizi online.

E quindi che cosa bisogna fare? La prima cosa è quella di non buttare la vecchia tessera sanitaria prima che scada, visto che si può estendere fino a fine 2023, così da usarla per gestire i propri servizi online con tranquillità. Per estendere l’autenticazione è possibile andare al sito www.sistemats.it ed essere in possesso del codice Pin che era stato fornito quando la tessera era stata inviata.

Per quanto riguarda gli altri servizi non online, la nuova tessera sanitaria senza microchip continua ad essere efficiente sia come codice fiscale che per certificare i dati sensibili. Oltre che è fondamentale come Tessera europea di assistenza malattia (Team). È indispensabile per avere assistenza nei paese dell’Unione Europea, in Svizzera e in quelli dello Spazio economico europeo (Norvegia, Islanda e Lichtenstein) in caso di soggiorno all’estero.