Bonus bollette e teleriscaldamento, risparmio fino a 750 euro: come richiederlo

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I rialzi hanno agitato tantissime persone. Gli aumenti più significativi hanno toccato luce e gas. Per diminuire la pressione c’è un bonus bollette e teleriscaldamento molto importante. I dettagli.

In questo ultimo periodo sono stati tantissimi i bonus che hanno permesso alle famiglie di continuare a vivere serenamente. I recenti rialzi di luce e gas, però, hanno portato uno stato di agitazione molto forte. Cosa che ha condotto le persone a cercare in ogni modo di risparmiare. In questo caso, si parla di uno sconto sulla bolletta che può arrivare a circa 750 euro.

Bonus bollette
Adobe Stock

Lo Stato nel corso di questi ultimi mesi è sceso in campo in maniera seria per sostenere molte spese dei cittadini. Certi incentivi, però, non sono fare dello Stato ma dei propri Comuni. Proprio come in questo caso. Tale bonus, infatti, va richiesto al comune di riferimento e si riferisce a chi ha un reddito basso.

Anche in questo periodo ci sono alcuni bonus molto attesi. Incentivi che permettono di essere utilizzati in varie situazioni. In questo caso ci concentreremo sul bonus bolletta e teleriscaldamento. Un incentivo che è stato molto apprezzato e che è stato prorogato fino al 30 di settembre. Vediamo insieme quali sono i criteri e come si fa richiesta.

Bonus bollette e teleriscaldamento, come funziona? requisiti e beneficiari

Il bonus bollette e teleriscaldamento è stato messo in atto dal Gruppo Iren. Questo si riferisce a chiunque abbia, nella propria casa, un contratto o riscaldamento promiscuo. Questa mossa è stata dettata dal fatto che i tanti aumenti hanno portato delle difficoltà abbastanza elevate alle famiglie. Per tale ragione, l’incentivo spetta a chi ha un ISEE di massimo 12.000 euro. Per chi ha almeno quattro figli a carico si parla di un ISEE di massimo 20.000 euro.

Questa agevolazione, prima di fornire lo sconto, prende in esame due variabili. La prima è quanti membri ci sono in famiglia la seconda è lo sconto emerso tramite l’IVA. Un nucleo familiare di massimo quattro membri spetta un bonus da 536 euro IVA inclusa, Per famiglie con più di quattro persone il bonus è di 747 euro sempre con IVA inclusa.

Come detto, la scadenza di questo bonus è stata allungata. Inizialmente era segnata per il 30 giugno ora, invece, fino a fine settembre. Le persone interessate possono inviare la domanda sul sito del comune di residenza. Prima di farlo bisogna vedere se il proprio comune ha aderito all’iniziativa.

I comuni che hanno aderito all’iniziativa sono: Piacenza, Parma, Torino, Genova, Parma. L’elenco si allarga anche con i piccoli comuni di Beinasco, Collegno, Nichelino, Moncalieri, Rivoli e Grugliasco. Insomma, per i residenti una buona opportunità dato che da settembre ci potrebbero essere degli aumenti.