Lira, con una vecchia moneta si può acquistare un monolocale?

Può bastare una vecchia moneta di lira per acquistare un monolocale? Ecco qual è la verità su una situazione davvero curiosa.

La lira ha senza alcun dubbio fatto la storia del nostro Paese. D’altronde è stata la nostra valuta dal 1861, anno dell’unità d’Italia, fino al 2002, anno in cui è stato introdotto l’euro. In molti infatti si ricorderanno che dal primo gennaio 2002, con l’entrata in circolazione della moneta unica europea, si è aperta una fase di doppia circolazione che è poi terminata il primo di marzo. Insomma, questa vicenda ormai è storia.

lira vecchia moneta
(Fonte Foto: Pixabay)

La lira viene ancora utilizzata in alcuni Stati, come Turchia e Malta. Ma ci sono vicende molto particolari e curiose che ci si legano e che accadono anche in Italia. Ma di che cosa si sta parlando? Giusto entrare nello specifico e nel dettaglio, perché certo non si può non essere curiosi quando si parla di quest’argomento.

Lira per acquistare un monolocale? I dettagli

Mentre alcuni modelli di monete di lira possono davvero valere una fortuna, a fare la differenza può davvero essere il mercato dei collezionisti. Infatti ci possono essere dei pezzi davvero unici nel loro genere, per non dire addirittura introvabili. Ma come si può scoprire il valore? Importante può essere la data di conio, che magari si lega a un periodo storico, politico e socio-economico. Uno sguardo  merita anche il soggetto rappresentato, che può essere un personaggio storico, un regnante, un capo di stato, ma anche un monumento, una piazza o la celebrazione di un evento. Dietro ciò c’è sempre un significato e un legame con un periodo particolare, magari anche dal punto di vista socio-economico.

Ma, parlando di esemplari, c’è un modello e appunto un esemplare che è tra i più ricercati? Il pensiero va senza alcun dubbio alla moneta da 100 lire definita e chiamata Minerva. A renderla speciale e unica è in primis la sua particolare rappresentazione, che è presente su una delle due facciate. Va inoltre detto che in realtà si tratta di un pezzo di prova coniato nel 1954, come si può notare da una scritta, e frutto di un vero e proprio esperimento che aveva l’obiettivo di far risultare l’incisione di quel determinato disegno su lega Italma, che veniva tra l’altro utilizzata in quegli anni.

Va detto che ci sono pochissimi esemplari delle 100 lire Minerva. Pochissimi esemplari che però risultano in  perfette condizioni di conservazioni Il valore? Si possono addirittura toccare i 100mila euro. Un valore altissimo e con cui si potrebbe addirittura comprare un monolocale. Un pezzo davvero unico e a cui i collezionisti ambiscono.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo