Franco Battiato annullò tutto per salvare la natura: il gesto ha fatto la storia

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Non tutti sanno che molti anni fa Franco Battiato decise di mettere da parte i suoi interessi ed annullare un suo concerto. Un gesto che fece scalpore e che oggi è stato ricordato come uno dei più importanti insegnamenti.

Diverse generazioni di artisti hanno vissuto la loro vita e sono cresciute in un’Era di cambiamenti climatici senza precedenti. Non sorprende che molti di loro hanno a cuore l’ambiente e la natura, soprattutto per via del surriscaldamento globale che attanaglia molti attivisti. Il problema della preservazione della natura stava a cuore anche 40 anni fa, quando il cantautore siciliano prese una scelta storica.

franco battiato
fonte foto: Ansa

Gli artisti hanno sempre trovato ispirazione creativa dai tempi in cui vivono.  E i tempi, per citare Bob Dylan, stanno cambiando. Alcuni lo hanno capito e quindi cercano di fare concerti per tutelare l’ambiente, mentre altri vengono inondati di polemiche perché non rispettano la natura. E proprio mentre crescono le critiche a Jovanotti per il suo Jova Beach Party sulle spiagge è uscita fuori la scelta di Franco Battiato che fece molti anni fa.

A raccontare che cosa accadde in una giornata del 1981 è stato il noto tastierista Filippo Destrieri. Il musicista ha rilasciato una lunga ed interessante intervista al giornalista del Fatto Quotidiano Fabrizio Basciano. In questa occasione ha rivelato che il cantautore siciliano si rifiutò di cantare a Villasimius, in Sardegna, proprio per questioni ambientali.

Franco Battiato annullato concerto in Sardegna per tutelare l’ambiente

Negli ultimi anni si sta discutendo con forza dei cambiamenti climatici che allarmano per il futuro. E proprio mentre gli ambientalisti sono sempre più numerosi che è emerso l’episodio che vide come protagonista Battiato nel 1981. Destrieri aveva rivelato che per il concerto in Sardegna del Maestro l’organizzazione aveva in programma di abbattere un bosco secolare per fare spazio alle persone.

Il tastierista aveva rivelato che in quell’occasione si stava recando a Villasimius per suonare con la band. Ma sulla strada aveva incrociato la macchina del cantautore che stava andando via e aveva invitato anche lui e gli altri a fare lo stesso. Battiato aveva annullato il suo concerto proprio per tutelare l’ambiente. Il cantautore, quando era arrivato sul posto, si era trovato le ruspe che stavano tirando giù il bosco.

Una situazione inaccettabile per il Maestro, tanto che non pensò alle conseguenze e alla penale che dovette pagare per via di aver rinunciato alla data. Battiato è morto nel 2021 e questa storia venne fuori solo dopo. E adesso è tornata in auge in seguito alle polemiche che ci sono state per il concerti di Jovanotti.