Mascherine, ad ottobre torna l’obbligo: così una nazione si prepara all’inverno

Molti Paesi stanno già ragionando sull’uso delle mascherine per quanto riguarda la nuova ondata Covid. Una nazione, però, ha già preso la sua decisione imponendo l’obbligo da ottobre. I dettagli.

Gli alti numeri segnati dal Covid in questa estate hanno posto le basi per una serie riflessione. In Italia, oltre al virus, sale anche l’attenzione sul vaiolo delle scimmie. Quindi, i ragionamenti sulle mascherine sono iniziati già da qualche settimana. Un Paese, però, ha già preso la decisione definitiva in merito all’obbligo da ottobre.

Mascherine
Adobe Stock

Nelle scorse settimane, a preoccupare in tema di Covid non è stata solo la variante Omicron 5 ma anche la nuova definita Centaurus. Varianti che hanno in se un tasso di contagiosità decisamente alto. Cosa che ha portato, come detto, a numeri estivi completamente inattesi. L’allarme poi è peggiorato per il continuo diffondersi del vaiolo delle scimmie.

Tutte queste situazioni, dunque, hanno fatto scattare dei precisi ragionamenti. Alcune riflessioni sono ancora in corso ma un Paese ha già detto sì all’obbligo per le mascherine. Andiamo a vedere insieme i dettagli del piano e di quale nazione si tratta. Potrebbero esserci le stesse regole anche per il nostro paese.

Mascherine, la Germania ha deciso: sì all’obbligo da ottobre

I ministeri della Salute e della Giustizia hanno dato il via libera alla legge di protezione dalle infezioni. Di conseguenza, l’ultima bozza ha indicato la strada verso l’obbligatorietà delle mascherine da ottobre nel paese tedesco. Una decisione sicuramente forte e decisa ma che va in direzione di arginare gli alti numeri che si presenteranno in autunno. Al momento è solo una bozza ma parrebbe quella definitiva.

La decisione del governo tedesco, garantirà ai Land tedeschi di dare via ad un nuovo obbligo. Non solo per gli spazi pubblici ma anche per altre situazioni. La legge, dunque, va ad aggiungersi all’obbligo che vede le mascherine su autobus, treni e altri mezzi locali. Le misure andranno messe in atto dal primo ottobre di quest’anno fino al 7 aprile dell’anno prossimo.

Come detto, la legge generale sarà questa ma saranno i Land a dover prendere una decisione definitiva sull’obbligo o meno. Loro potranno decidere in maniera completamente personale se mette in atto tale e più stringenti misure. Inoltre, saranno sempre loro a decidere dove sarà in atto l’obbligo. Solo in un caso ci sarà l’intervento dello Stato: il governo interverrà quando la sanità di una Land paleserà delle complicanze.

Abbiamo detto dei mezzi di trasporto e delle strutture sanitarie ma al momento non si conoscono i luoghi che saranno legati all’obbligo. Al momento, per esempio, non c’è nessun obbligo per quanto riguarda le scuole. L’obbligo scatterà quando si paleserà l’impossibilità ad individuare l’alternativa alle lezioni a scuola. I land, inoltre, potranno chiedere i test sia nelle scuole che negli asili. Obbligo, come riportato da Sky Tg 24, per le manifestazioni culturali e sportive e nei ristoranti. Per l’Italia, invece, pare che anche il governo sia pronto a delle regole molto simili contro il Covid.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo