Bottiglie di plastica, come riciclarle? 3 metodi creativi da non dimenticare

La questione ambientale è sempre più impellente. Tra gli argomenti più sentiti c’è sicuramente quello delle bottiglie di plastica. Ma come riciclarle? Andiamo a scoprire insieme 3 metodi semplici e creativi.

Con il tempo, il tema della salvaguardia della natura si è fatto sempre più presente. Questo tema tocca vari ambiti che non vanno affatto sottovalutati. Tra questi c’è certamente il riciclo delle bottiglie di plastica. Questo è un prodotto davvero molto diffuso specialmente quando si parla dell’acqua. Anche se le bottiglie di plastica possono contenere altre bevande.

Bottiglie di plastica
Adobe Stock

Da tempo, ormai, la politica del riciclo è fare comune. Ma ogni giorni ci sono tantissime bottiglie di plastica da riciclare. Un numero davvero alto e che pone, in un certo senso, qualche difficoltà. Questa attività, però, può realizzarsi anche dentro casa in maniera facile e divertente. Non dimenticando, inoltre, che il riciclo delle bottiglie di plastica può dare vita a qualcosa di nuovo.

Come abbiamo detto, molti accomunano questo prodotto con l’acqua. Tanti consumatori si chiedono cosa ci sia dentro la confezione di acqua in plastica. Un elemento che potrebbe, in un certo modo, sorprendere. Come potrebbero rappresentare una vera sorpresa anche questi 3 metodi creativi di riciclo. Scopriamolo insieme.

Come riciclare le bottiglie di plastica?

Il primo metodo può dare vita ad un portapenne. In questo caso ci serviranno delle forbici, colla a caldo, passamaneria di pizzo e feltro colorato. Bisogna tagliare la zona superiore della bottiglia. Appoggiamo la parte tagliata su un foglio e formiamo un cerchio. Possiamo fare anche più cerchi così da ottenere una base più solida. Ora incolliamo il pezzo della bottiglia, dalla zona del collo, sul cerchio di feltro. Poi incolliamo la passamaneria lateralmente così da dare una forma semicurva. Infine, incolliamo la passamaneria lungo il bordo superiore. Questo procedimento ci farà ottenere una sorta di tazzina da riempire con le penne.

Il secondo metodo ci porta a trasformare la nostra bottiglia in una piccola scatola. In questo caso, ci servirà, oltre le bottiglie, del cartone e della gomma glitterata rossa. Iniziamo tagliando la parte centrale dell’oggetto dandole una forma a cuore. Tracciamo tale forma sulla gomma e tagliamo due figure. Una dovrà essere incollata sotto la bottiglia mentre sull’altra ci sarà un sottile bordo che formerà il coperchio. Infine, diamo lustro alla parte inferiore con il pizzo e il gioco sarà fatto.

L’ultima idea collega la nostra attività alla cucina. In questo caso dovremmo sempre partire dal taglio della bottiglia. Un taglio che toglierà il collo del prodotto. Posizioniamo la sfera piccola di polistirolo al centro di quella grande. Dopodiché possiamo colorare la sfera disegnando anche una faccina, tipo cappellaio matto. Passiamo ad arrotolare a cilindro il cartoncino per poi incollarlo su uno più largo. Dopo aver eseguito tale passaggio, dovremmo coprirlo con un cerchio così da formare un cappello. Con del cotone faremo i capelli.

Dopo aver dato vita ad un cerchio di 5 centimetri da mettere sotto il cappello, formiamo con della stoffa un papillon. Passiamo poi a colorare il corpo del cappellaio matto. Fatto questo inseriamo le tazzine con i manici nel lato della porzione aperta della bottiglia.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo