Ondata di calore, attenzione a questi farmaci: gli effetti collaterali sono pericolosi

L’ondata di calore è all’ordine del giorno, per evitare malesseri più importanti è bene fare attenzione a determinati farmaci. Questi possono avere degli effetti collaterali che risultano pericolosi in giornate di forte caldo.

In tanti anni ci sono state e ci sono numerose ricerche che hanno portato avanti la scienza e di conseguenza la medicina. Uno dei tanti studi ha rivelato che esistono dei comunissimi farmaci, quelli che si prendono abitualmente, che possono causare seri rischi per la salute durante le giornata di caldo eccessivo. Andiamo a vedere quali sono e quali bisogna non prendere.

ondata calore farmaci
fonte foto: AdobeStock

L’ondata di calore che sta vivendo il nostro paese dall’inizio dell’estate sta mettendo a dura prova moltissime persone. Ma quello che non tutti sanno che a rischio sono soprattutto coloro che prendono alcuni farmaci. Si tratta di una categoria di medicinali che possono generare delle problematicità con la produzione di sudore, disidratare il corpo e alterare la temperatura interna.

Gli esperti del settore, come si legge sul portale Money.it, temono che questi medicinali possono provocare diversi rischi, alcune volte anche mortali. Questo a causa degli effetti collaterali ritenuti pericolosi. Tali farmaci alterano le funzionalità del corpo, secondo lo studio pubblicato sulla rivista specializzata The Lancet nel 2021. Andiamo a vedere quali sono.

Ondata di calore: ecco i farmaci a cui stare attenti

Le estati italiane degli ultimi anni sono molto più calde rispetto a quelle di qualche anno fa. Questo è causa del cambiamento climatico, che sta mettendo a rischio anche il caffè e il cioccolato. Gli esperti, inoltre, hanno sottolineato che durante le ondate di calore bisogna mantenere alta l’attenzione. Soprattutto per quanto riguarda alcuni farmaci che sono stati bollati come pericolosi.

Si tratta di medicinali antidepressivi, parliamo di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina che possono aumentare sensibilmente la sudorazione. Questo porta un alto rischio di disidratazione. Quelli invece triciclici o TCA possono generare l’effetto contrario, ovvero ridurre la sudorazione, rendendo complicato il raffreddamento corporeo.

Sotto la lente di ingrandimento anche gli antipsicotici che possono alterare la sudorazione e il termostato interno del corpo. Poi ci sono gli anticolinergici che possono interferire la sudorazione e temperatura interna, oltre che diminuire il flusso sanguigno.

Ed infine ci sono i diuretici e ACE-inibitori che possono generare disidratazione, limitare la capacità corporea di reindirizzare il flusso sanguigno e influenzare la funzione renale. Durante la stagione estiva bisogna stare attenti anche i cani che il colpo di calore può essere un serio pericolo per loro.

Le informazioni presenti in questi paragrafi sono a scolpo divulgativo e sono state riprese da ricerche scientifiche. Tuttavia, è bene non prenderle in considerazioni per diagnosi e trattamenti. Per questo è opportuno contattare il proprio medico curante o uno specialista.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo