Bonus affitto, 1.500 euro per le famiglie: a chi si riferisce e come funziona

Nell’ultimo periodo si sono segnalati vari aiuti per le famiglie. Ora, le Regioni hanno la possibilità di concedere il bonus affitto. Un incentivo che può arrivare fino a 1.500 euro. Ecco come funziona e a chi spetta.

Gli ultimi avvenimenti storici hanno portato alle famiglie tantissimi disagi. Non solo sotto il piano della salute ma anche sotto il piano delle proprie finanze. In sintesi, si sono segnalate tantissime famiglie in difficoltà. Per questo motivo, le istituzione stanno lavorando ad aiuti concreti tramite bonus. In questo caso, faremo luce su bonus affitto. Una importante arma delle Regioni.

Bonus affitto
Adobe Stock

La crisi economica non accenna a dare tregua. Le famiglie sono sempre più in difficoltà e con gli stipendi bassi la situazione non può che preoccupare. Inoltre, il costo della vita cresce sempre di più portando a dei prezzi a dir poco esorbitanti. In questo caso, le Regioni sono scese in campo per permettere uno sconto sull’affitto.

Come preannunciato in precedenza, sono stati tanti gli incentivi concessi ai cittadini. Un’altra misura che possiamo citare riguarda un bonus da 1.800 euro. Questo è esteso su più anni e riguarda alcune specifiche persone. Il bonus affitto, invece, riguarda solo i cittadini delle Regioni che hanno detto sì all’iniziativa. Scopriamo insieme i dettagli.

Bonus affitto, può arrivare fino a 1.500 euro: l’iniziativa e le Regioni che hanno aderito

Al momento, solo alcune Regioni hanno dato il consenso a questa iniziativa. Si tratta di Emilia-Romagna, Lombardia, Puglia e Lazio. Partiamo dall’Emilia-Romagna, la Regione permette un assegno di tre mensilità che può raggiungere i 1.500 euro. Tale incentivo è diretto alle persone che hanno perso il lavoro, lavoratori precari con riduzione del 25% delle entrate e ISEE massimo di 35.000 euro. Oppure alle famiglie con reddito che arrivata ad un massimo di 17.154 euro. La domanda sarà possibile da 15 settembre fino al 21 ottobre e dovrà essere fatta solo in maniera telematica sulla piattaforma istruita dalla Regione.

Per quanto riguarda la Lombardia, i fondi toccano i 34 milioni di euro. C’è stato anche un allungamento della domanda che ha toccato il 31 dicembre 2022. Questo incentivo spetta alle persone che non hanno ricevuto il rilascio della casa, non bisogna essere proprietari di un’abitazione in Lombardia. L’ISEE deve toccare massimo i 26.000 euro e bisogna avere, al momento della domanda, un contratto di affitto da almeno sei mesi.

La Regione Lazio ha stanziato 28 milioni per il bonus affitto. Secondo quanto svelato dall’assessore alle Politiche abitative, Valeriani, solo nella città di Roma ci sono circa 30.000 persone che non riescono a pagare l’affitto. Le risorse, sottolinea l’assessore, serviranno ad aiutare gli abitati del Lazio.

Finiamo con la Regione Puglia che ha stanziato circa 6,9 milioni di euro per tale incentivo. I fondi totali, però, toccano i 23 milioni di euro. Cifra raggiunta per metà dall’ambito statale e per metà dal cofinanziamento della regione e dal bilancio autonomo. Anna Grazia Maraschio, assessore alle Politiche abitative, ha sottolineato come questo aiuto sia vitale. La spesa dell’affitto, infatti, pesa gravemente sulle finanze della famiglia. Il bando al momento ancora non è ancora presente.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo