Assicurazione auto, online la soluzione più economica: ma occhio ai rischi

Il mondo online permette di poter acquistare qualsiasi cosa. Molti si cercano anche l’assicurazione auto. Attenzione, però, ci sono dei rischi. Ecco quali sono.

L’assicurazione auto è uno dei prodotti che preoccupa maggiormente. Questo può arrivare a costare cifre davvero alte e che non tutti possono sostenere. Per questo motivo, ci si rifugia nell’ambito virtuale. Online, ormai, si può acquistare di tutto anche sottoscrivere una polizza auto. Ci sono tanti siti a disposizione ma anche in questo caso ci sono dei rischi. Vediamo quali.

Assicurazione auto
Adobe Stock

Con il passare del tempo, l’acquisto online ha scalato velocemente la classifica delle preferenze dei consumatori. L’ambito digitale permette di poter trovare delle offerte che in altri casi non sarebbero possibile. Anche perché, soprattutto oggi, la strada è sempre quella del risparmio. Ma l’online non garantisce solo sorprese positive ma anche negative.

L’argomento assicurazione auto è sempre molto sentito da parte degli automobilisti. Sottoscrivere una polizza non è facile e il costo potrebbe lasciare senza parole. Per questo motivo ci sono dei trucchi per risparmiare sull’assicurazione auto. Un trucco potrebbe essere anche l’acquisto online ma questo comporta dei rischi. Ecco quali sono.

Assicurazione auto economica, possibile online: ma attenti ai rischi

La ricerca online ha un solo obiettivo: quello del risparmio. Prima di procedere, però, è giusto sapere che il mondo virtuale ha delle trappole. Delle vere e proprie truffe che potrebbe portare a guai molto seri. Pensiamo, ad esempio, ad alcuni automobilisti che hanno scoperto di non avere il veicolo assicurato una volta che sono stati fermati dagli agenti. Vediamo, quindi, come i rischi sono tanti e possono coinvolgerci in breve tempo.

Proprio su questo argomento si è espresso l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS). In merita, si è parlato di siti non regolari che concedevano polizze temporanee. Le stesse che, a conti fatti, non valevano nulla. Queste promettono copertura per un periodo di tempo breve, cosa che garantisce un certo risparmio. Come detto e sottolineato dall’IVASS, tutta la documentazione è nulla e l’automobilista si trova ad avere un’assicurazione fasulla.

Il riconoscimento di una possibile truffa è spiegato dall’Istituto. L’IVASS sottolinea che nei siti non regolari non sono presenti alcuni dati che fanno capo all’intermediario assicurativo. Ci dovrebbero essere informazioni come l’indirizzo della sede, contatti, PEC, data di iscrizione al registro IVASS. Ma non è finita qui.

Il registro IVASS, infatti, è pubblico e quindi si può cercare qualsiasi iscritto. Questo controllo permetterebbe di togliere qualsiasi dubbio sulla possibilità di essere su un sito non valido. Sul portale dell’Istituto, inoltre, c’è una lista coi nomi dei siti irregolari. Infine, il sospetto deve salire se non vediamo il nome della società assicurativa. Nel caso fosse riportata, bisogna effettuare un controlla se sia presente nel registro delle aziende italiane o estere che hanno ricevuto il via libera da RC Auto. Per ogni dubbi, l’IVASS ha un numero verde disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8:30 fino alle 14:30.