WhatsApp, rubati molti account: la frode allarme, ecco a cosa stare attenti

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nelle ultime settimane, tanti account di WhatsApp sono stati rubati. Cosa sta accadendo? Ecco a cosa stare attenti per evitare la frode.

Duro momento per tantissimi utenti di WhatsApp. La nota applicazione di messaggistica, infatti, è al centro di un caso a dir poco allarmante. In merito, vari account sono stati rubati e la preoccupazione generale si sta facendo sempre più alta. Si tratta, quindi, di una vera e propria frode che non lascia tranquilli nessuno. Andiamo a scoprire i dettagli.

WhatsApp, truffa
Adobe Stock

Chi utilizza il mondo digitale sa che i tentativi di truffa sono dietro l’angolo. In ogni momento, infatti, può arrivare una comunicazione che può metterci nei guai. Questa volta, ad esser stati coinvolti nei tentativi di phishing sono stati gli utenti di WhatsApp. come ben sappiamo, il tentativo è fatto tramite un messaggio. Questa volta, la comunicazione arriva proprio dai nostri contatti. Quindi, una sorta di “nemico” in casa.

I tentativi degli hacker sono sempre dietro l’angolo. In merito, qualche settimana fa abbiamo parlato di una truffa svuota conto su WhatsApp. Anche in quel caso, un messaggio porta conseguenze nefaste. Questa truffa, invece, ha colpito tantissimi utenti. Andiamo, quindi, a vedere di cosa si tratta e come fare per evitare la perdita dell’account

WhatsApp, la truffa preoccupa: ecco come evitarla

Quando ci arriva un messaggio tramite WhatsApp è molto difficile vedere se siamo al centro di una truffa o meno. Questo perché tendiamo a fidarci della persona che ci ha contattato. In questo caso, però, bisogna stare attenti e avere la guardia in alto. Il messaggio che arriva fa riferimento ad un codice perso e che voi dovreste recuperare. Se vi arriva un messaggio simile, allora vuol dire che l’altro account è stato già rubato.

Molti, a questo punto, si chiederanno come mai si ricerca un codice. Il motivo è molto semplice è riguarda il fatto che quando si cambia dispositivo o si installa l’applicazione, l’ultimo passaggio per formalizzare l’app è l’inserimento di un codice univoco. Questo vi arriva tramite SMS e completa la configurazione. Se inviamo quel codice al contatto, non ci sarà nulla da fare. L’hacker ci sottrarrà immediatamente l’account e tutte le informazioni all’interno. Oltre a poter avere accesso alla nostra rubrica. Cosa che permetterà di mandare lo stesso messaggio ai nostri contatti.

Nell’ultimo periodo, sono stati tanti gli account vittima di questo sistema. Le Forze dell’Ordine hanno divulgato una comunicazione per gli utenti dell’applicazione. Gli agenti hanno sottolineato che in caso di tale messaggio bisogna contattare la Polizia postale. Lo si può fare anche tramite il portale www.commissariatodips.it. Naturalmente, una buona mossa sarebbe quella di avvisare i nostri contatti. Così da evitare qualsiasi brutta sorpresa.

Come detto, WhatsApp non è nuova ai tentativi di truffa. Ci sono, però, dei metodi per non inciampare in queste situazioni. Oltre alla nostra attenzione, infatti, si possono smascherare le truffe WhatsApp in modo molto semplice. I dettagli fanno la differenza.