Cosa fare se il telefono è caduto in acqua? Fai attenzione a questi 3 errori comuni

Ti è caduto il telefono in acqua? Niente panico, potrebbe non essere la fine del mondo, tranne se fai 3 errori che sono comuni e che potrebbero essere deleteri per il telefono.

La maggior parte di noi porta con sé i propri smartphone ovunque vada. Il che rende fin troppo facile lasciarli cadere mentre ci laviamo le mani o i denti, nella vasca da bagno, al mare magari mentre ci scattiamo un selfie e persino nel water, visto che sviziatamente possiamo tenerli in tasca. Ci sono alcune cose che puoi fare per evitare di cambiare il tuo cellulare, ma devi stare bene attento a non fare degli errori comuni.

telefono caduto in acqua
Fonte Foto Adobe Stock

Negli ultimi anni, molti produttori di smartphone hanno reso i dispositivi resistenti all’acqua. Ma resistente all’acqua non è la stessa cosa di impermeabile. Se il telefono cade in acqua non è detto che basta tirarlo su e così va tutto bene, ci sono alcuni passaggi che devi fare per provare a salvare la situazione, anche perché il cellulare è un oggetto indispensabile per la nostra quotidianità.

Purtroppo è molto comune l’evento in cui i cellulari cadono in acqua. Questo soprattutto per chi è abituato a portarselo dietro ovunque, ma è frequente in particolare nella bella stagione. Moltissime persone decidono di farsi una passeggiata in riva al mare con il telefono in mano, tanto che non è difficile vederlo tuffato in acqua. Ma la cosa a cui devi prestare attenzione è non fare degli errori, che spesso sono comuni.

Telefono in acqua: attenzione a questi errori, non farli mai

Sia se il cellulare cade al mare o nel lavandino o nel water non è detto che questo sia rovinato. È possibile intervenire subito per cercare di rimettere le cose al loro posto. La prima cosa, ovviamente, che bisogna fare è tirarlo fuori dall’acqua. Dopo questo momento devi evitare assolutamente di fare tre passaggi che sono naturali e comuni.

È un grave errore quando tiriamo il cellulare fuori dall’acqua e iniziamo ad aprire le applicazioni per capire se funziona o meno. Un gesto che non bisogna mai fare, visto che rischiamo di danneggiarlo. Al contrario, la cosa opportuna è quella di spegnerlo subito. Il telefono, una volta fuori, potrebbe sembrare a posto, ma a volte i telefoni bagnati perdono lentamente la loro funzione.

Un altro gesto da evitare assolutamente è quello di metterlo ad asciugare con il phone. In questo modo portiamo il telefono a surriscaldare la superficie e creare in questo modo un danno all’interno della struttura. Quello che devi fare è asciugare delicatamente il telefono con un asciugamano in microfibra o con la carta assorbente. L’ideale è tenere il cellulare in modo verticale, così da far scendere l’acqua.

Un altro errore che è comune è quello di poggiarlo al sole. Mai fare una cosa del genere. L’ideale è poggiarlo in un posto asciutto e lontano dall’umidità un volta asciugato con un panno o la carta. Dopo qualche ora si può provare a riaccenderlo per vedere se funziona e se il problema ormai è arginato. Se le cose non sono andare come si sperava, bisogna portarlo da un tecnico per capire se si può fare ancora qualcosa.

Nel caso il telefono cada nel mare è sempre opportuno portalo da un tecnico. Questo perché, anche se sono stati fatti tutti i passaggi in modo accurato, il sale dell’acqua potrebbe corrodere il sistema a lungo tempo e quindi essere costretti a comprare un nuovo cellulare, che con la legge 104 è possibile avere degli sconti.