Covid, i positivi non calano: la situazione non fa stare tranquilli, i dati

La situazione del Covid in Italia continua ad essere aggiornata costantemente. Gli ultimi dati, però, non lasciano tranquilli. Ecco il punto della situazione.

Gli ultimi avvenimenti storici hanno portato il Covid ad essere un po’ marginale nell’opinione pubblica. Il problema, però, resta ed è sempre più presente. Lo dimostrano gli ultimi dati diffusi. Inoltre, nelle ultime settimane si sono avuti sempre più positivi. Segno di come la variante Omicron 5 resista anche alle alte temperature di questo periodo.

Covid, tasso positività
Adobe Stock

Nonostante le ultime regole sempre meno stringenti, il virus è ancora presente. Ragion per cui, come chiede la politica, la responsabilità e l’attenzione devono essere fattori sempre presenti. Gli ultimi dati, però, stanno facendo preoccupare davvero molto. Infatti, si stanno segnalando sempre più positivi.

Nelle ultime settimane, l’argomento del Covid è tornato a farsi sempre più presente. Non è un caso, infatti, che ci siano state nuove regole Covid per fermare la nuova ondata. Chiaro segnale di come i numeri sempre più alti stanno segnando la politica italiana. Andiamo, quindi, a vedere gli ultimi dati aggiornati. Il numero dei positivi preoccupa.

Covid, gli ultimi dati in Italia: numeri altissimi

Nelle ultime 24 ore si sono segnalati 36.282 contagiati in tutta Italia. Il tasso di positività è salito al 27,9% con i decessi che sono stati 59. In aumento anche le ospedalizzazioni. Il numero dei ricoveri, quindi toccato ancora numero maggiori rispetto al passato. Nei reparti ordinari si segnala un aumento di 145 unità con 7.648 ricoverati. Mentre in terapia intensiva, invece, ci sono 12 pazienti in più portando ad un totale di 303.

Per quanto riguarda le regioni, invece, l’aumento che più ha colpito riguarda la Campania. Tale regione ha segnalato un +4.837. Dopo di lei c’è il Lazio con un +4.777 e la Sicilia con +3.140 positivi. Queste tre regioni sono finite per essere attenzionate particolarmente. Sottocchio anche l’Emilia Romagna e la Lombardia che hanno riportato rispettivamente un +4.070 e un +3.249. Le regioni appena citate hanno segnalato numeri altissimi, facendo aumentare l’attenzione degli esperti.

Per quanto riguarda le altre regioni, invece, i numeri sono abbastanza sotto controllo. Si va dal Veneto con un +1.998 fino ad arrivare alla Valle d’Aosta che ha riportato un +16. Insomma i numeri parlano chiaro e non fanno stare affatto tranquilli. La politica e la commessione di esperti, comunque, tengono sotto controllo il tutto. Di certo, però, anche i cittadini devono stare più attenti.

La responsabilità dei cittadini deve essere sempre prioritaria. Questo perché, le difese devono partire da loro. Soprattutto perché Omicron 5 è la variante più contagiosa. Ragion per cui non si può agire con leggerezza. Al momento, come detto, i numeri non smettono di calare e vedremo quale evoluzione ci sarà. Soprattutto in ambito politico con regole che potrebbero cambiare da un momento all’altro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo