Truffe, è allarme: una funzione di Google potrebbe salvarvi

Le truffe online sono praticamente all’ordine del giorno. Tante i rimedi a riguarda, uno viene fornito da Google. Ecco di cosa si tratta.

Uno dei temi più importanti quando si interfaccia al web è certamente quello della privacy. Nel corso degli ultimi tempi, infatti, su questo tema si è molto discusso. Questo perché c’è un lavoro molto particolare nella ricezione dei nostri dati. Con questa attività azienda ed enti hanno la possibilità di indirizzare specifici contenuti verso un utente. Il problema sorge, però, quando ad intercettare queste informazioni sono i criminali.

Truffe
Adobe Stock

Sappiamo molto bene che quando lavoriamo sul web siamo sempre a rischio. Le truffe possono arrivare in qualsiasi momento. Cosa che preoccupa decisamente gli utenti del mondo. Anche perché, come possiamo intuire, i nostri dati sono preziosi. Questi vengono fuori praticamente sempre, quando utilizziamo un’applicazione oppure quando visitiamo un sito internet. Insomma, il pericolo è dietro l’angolo.

Il discorso risulta, quindi, essere molto complicato. Si pensi che anche quando siamo su Amazon dobbiamo stare attenti alle truffe. Ci sono delle cose assolutamente da non fare. Con i tanti tentativi, gli utenti cercano rimedio. Oltre al prestare attenzione, una funzione di Google potrebbe davvero fare al caso nostro. Andiamo a vedere di cosa si tratta.

Truffe, Google My Activity può aiutarvi: ecco perché

Chi usa il mondo web sa come Google tenga sotto controllo tutte le nostre attività. Dall’altra parte, però, possiamo intervenire su alcune impostazioni. Come, ad esempio, non consentire alle cosiddette “terze parti” di capire le nostre preferenze. La disattivazione di tali impostazioni è molto semplice.

In prima battuta dobbiamo fare il login per accedere a Google My Activity. Dopo aver accesso al nostro account dobbiamo dirigerci nella sezione “Gestione attività”. Nella schermata che ci apparirà ci saranno tante impostazioni da attivare o disattivare. Tra questa anche quella di impedire a Google la memorizzazione delle attività web e app. Tra queste rientrano tutte quelle azioni che usufruiscono dei servizi Google. Con loro anche registrazioni audio quando si utilizzano ricerche, Maps e l’assistente.

Con questo passaggio possiamo anche deselezionare la spunta delle cronologia di YouTube. Così come eliminare altri dati importanti come le informazioni di pagamento e gli account conservati in Google. Stesso dicasi per la posizione. Una volta fatto non vedremo più annunci specifici ma pubblicità generiche.

Nonostante questo, però, la protezione totale non esiste. Di certo, facendo così possiamo evitare evitare che i nostri dati vengono diffusi in qualsiasi situazione. Cosa che aumenta il rischio di intercettazione da parte dei cybercriminali. Anche perché proprio questi pacchetti sono l’obiettivo dei criminali. Quando vediamo tentativi di truffe tramite email, SMS, social e WhatsApp sappiamo che i nostri dati sono in pericolo. Per questo motivo giusto curare ogni aspetto e prendere le contromisure ma in prima battuta dobbiamo stare attenti. L’attenzione, quindi, deve essere massima così da evitare qualsiasi evoluzione negativa. I dettagli fanno la differenza. Come per WhatsApp in cui alcuni dettagli possono smascherare le truffe.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base