Addio al Canone Rai, ma non per tutti: ecco i requisiti fondamentali

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il Canone Rai sta vivendo un’altra evoluzione della sua storia. Per alcuni cittadini, però, ci può essere l’esenzione. Ecco i requisiti.

Il Canone Rai è una delle misure più conosciute a livello nazionale. Fino a questo momento, il pagamento avviene tramite la bolletta della luce. Ma, a quanto pare, tale misura sta per vivere un altro cambiamento della propria esistenza. Il Canone, però, non viene pagato da tutti. Ci possono essere delle situazione che conducono all’esenzione.

Canone Rai

Sono tante le forme di aiuto per le famiglie, tra queste rientra anche la possibilità di non dover pagare il Canone Rai. Come possiamo intuire, tale esenzione non è per tutti ma si palesa solo in determinate circostante. In questo caso, ci occuperemo degli individui che beneficiano della Legge 104. Di seguito tutti i dettagli che riguardano l’esenzione con questa legge. Inoltre, ed è giusto citarlo, il Canone Rai potrebbe sparire dalla bolletta dell’energia elettrica ma, nello stesso tempo, subire un aumento importante.

Canone Rai, esenzione con la Legge 104: a chi spetta?

Per chi usufruisce della Legge 104, ci sono tantissime agevolazioni in merito. Una riguarda l’esenzione dal pagamento del Canone Rai. Essere un individuo disabile, però, non comporto automaticamente l’esenzione. Bisogna seguire certi paletti che sono dettati dalla normativa in corso: il primo riguarda il fatto che il canone non viene pagato dal malato che è ricoverato in una casa di riposo; in seconda battuta, l’esenzione riguarda individui con un minimo di 75 anni e con ISEE non oltre gli 8.000 euro; l’ultimo punto riguarda chiunque non possegga apparecchiatura televisiva è esente dal pagamento.

In questo ultimo caso, si fa  riferimento alla mancanza di un dispositivo capace di lavorare sui segnali dei canali. Se, ad esempio, si ha un monitor da Pc, anche se guarda contenuti a pagamento, è esente dal Canone. In tal merito, si sono fatte sempre più insistenti le voci sul canone Rai anche per tablet e Smartphone. Quindi, solo se si hanno questi requisiti non bisogna pagare il canone.

Come fare la domanda per l’esenzione

Il modulo della disdetta va mandato all’Agenzia delle Entrate con raccomandata. Il tutto va inviato all’indirizzo: Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. La disdetta può anche essere inviata tramite il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Il sito ha una sezione apposita che permette l’inserimento della domanda. Si ricorda, però, che si può accedere al sito solo con SPID, CNS o CIE.

In ultima battuta, si ricordi che i requisiti per ricevere l’esenzione sono solo quelli annunciati prima. In nessun altro caso ci può essere l’esenzione dal Canone Rai. La normativa vigente è chiara e va in direzione di specifiche situazioni. Tutti gli altri che non pagano per altri motivi, invece, potrebbero essere sanzionati dopo dovuti controlli.