Strisce pedonali, possono salvare vite? Sì, ecco come

Delle strisce pedonali possono salvare delle vite? A quanto pare è proprio così. Il sistema è particolare, ecco come avviene il tutto.

La sicurezza stradale è sempre un tema molto caldo e delicato. Tanti sono stati gli incidenti che hanno portato delle conseguenze a dir poco devastanti. Anche per quanto riguarda le strisce pedonali, l’argomento è delicato. Questo perché, molto spesso, non vengono tenute in considerazione. Innescando poi degli autentici drammi.

Strisce pedonali
AdobeStock

Tra i luoghi più pericolosi troviamo senza alcun dubbio gli attraversamenti pedonali. In tutte le città, quando si deve attraversa, i pedoni hanno alcuni timori. Soprattutto se tali attraversamenti sono vicino ad una scuola. Lì, in un certo senso, la tensione aumenta a dismisura.

In alcune nazioni, però, hanno attuato delle vere contromisure. Anche perché ci sono stati tantissimi casi. Non ultimo, in Italia una bambina è stata investita sulle strisce pedonali. Dopo l’Islanda e l’India, la Croazia si è aggiunta a questa nuova soluzione. Così le strisce pedonali potrebbero salvare vite. Andiamo a vedere tutti i dettagli del piano attuato.

Strisce pedonali 3D: ecco come si salva la vita ai pedoni

A Grabrik, in una piccola cittadina della Croazia, le strisce pedonali si sono trasformate in 3D. La tecnica è stata usata per rendere anche quell’ambito decisamente più sicuro. Quello che è stato rilevato è il fatto che con le strisce tridimensionali, gli automobilisti sono portati a rallentare. Andando meno veloci si evitano situazioni irrimediabili e drammatiche.

Queste strisce si trovano in via Kralja Petra Kremsimira IV, dove il Consiglio distrettuale ha deciso di introdurle. L’opera è realizzata tramite il concorso KAkvart. Gli esperti sono riusciti ad avere un effetto ottico davvero importante. Infatti, come detto, si è notato come gli automobilisti siano portati a rallentare in prossimità delle strisce pedonali.

La decisione di approntare tale misura è perché in quel punto di Grabrik è molto frequentato da bambini. Nei pressi, infatti, è presente una scuola. Il segreto di tale metodo è stato svelato, come riportato da Fanpage, da Frane Kaleb, presidente del consiglio distrettuale. La produzione avviene tramite un materiale collaudato e che porta il nome di plastica fredda. Esso raggiunge un’esistenza di lunga durata con un effetto 3D e va dal bianco, al grigio e al nero. Continua sottolineando come tale produzione dia un aspetto estetico davvero speciale all’attraversamento pedonale.

Come detto, pare che la soluzione approntata stia portando ottimi risultati. La Croazia, quindi, può essere la prima nazione a dare vita ad una vera svolta. Riuscendo a rendere anche le strisce pedonali, in qualche modo, sicure. Vedremo, dunque, se ci sarà la volontà di realizzare le strisce tridimensionali. Un aspetto che sarebbe fondamentale e che potrebbe portare a salvare tante vite.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo