Bonus sociale, oltre 350 euro: le fasce per lo sconto in bolletta

Per le famiglie c’è anche il bonus sociale. Un incentivo che va in direzione dello sconto in bolletta. Ma a quanto ammonta lo sconto in bolletta?

Sono tanti i bonus e gli incentivi che le famiglie possono utilizzare. In questo articolo poniamo la luce sul bonus sociale. Questo non deve essere confuso con l’assegno sociale che viene erogato dall’INPS. Il bonus sociale viaggia in direzione di uno sconto in bolletta. Tale incentivo è stato deciso dal Governo con il Decreto Energia di marzo.

Bonus sociale
AdobeStock

Le bollette sono un tema decisamente caldo. Soprattutto oggi con dei rincari che hanno decisamente aumentato la pressione di molte famiglie. A dare un piccolo sollievo, però, è proprio il bonus sociale che è possibile richiedere tramite modello ISEE. A fare riferimento per lo sconto, poi, sarà il periodo di copertura. Un periodo trimestrale che va, secondo quanto previsto dall’ARERA, dal primo aprile al 31 dicembre 2022. Ma coprirà anche quello che va dal primo gennaio al 31 marzo 2022.

Come anticipato, questa misura è nata tramite il Decreto Energia ma si è potenziata con il Decreto Aiuti. Cosa che ha permesso ancora più persone di poter raggiungere questo bonus. Molti, quindi, si chiedono a quanto ammonti tale sconto in bolletta. Si tenga presente, prima di conoscere le cifre, che il bonus riguarda un solo incentivo per famiglia e per tipologia di servizio (acqua, luce e gas).

Bonus sociale, a quanto ammonta lo sconto in bolletta?

Ci sono vari situazioni da analizzare. Partiamo con le bollette della luce. Lo sconto si basa, in questo caso, sui numeri degli utenti: si parte con 165,60 euro a trimestre per famiglie di 1 o 2 persone; si passa a 200,70 euro a trimestre per famiglie di 3 o 4 persone; si arriva a 235,80 euro a trimestre per famiglie sopra le 4 persone.

Per quanto riguarda le bollette del gas, lo sconto non dipende solo di membri del nucleo familiare ma anche dalla fascia climatica. Lo sconto quindi diventa: 205,20 euro a trimestre per le famiglie fino a 4 persone con fascia climatica A/B (zone calde); 272,70 euro a trimestre per famiglie fino a 4 persone con fascia climatica C; 571,50 euro a trimestre per famiglie fino a 4 persone in fascia climatica F (zone fredde); 304,20 euro a trimestre con famiglie oltre le 4 persone con fascia A/B; 816,30 euro a trimestre per famiglie oltre le 4 persone con fascia F.

Questi dati, da sottolineare, possono essere rivisti dall’ARERA ogni tre mesi. Al momento, però, sia per quanto riguarda la luce che per il gas, i numeri sono questi. Per le famiglie che non hanno beneficiato dello sconto tra gennaio e marzo ci sono altre strade. La prima porta ad una compensazione con le nuove bollette. Questo perché tale bonus ha fare retroattivo. La seconda è quella di un rimborso monetario nel caso la compensazione non fosse possibile. Oppure si può verificare un ricalcolo delle bollette di quel periodo che non sono state fatturate. Ecco, infine, come funziona il bonus sociale e come richiederlo.