Come è morto Michele Merlo? La verità ancora avvolta nel mistero

La morte di Michele Merlo ha sconvolto il mondo della tv e della musica. Una notizia che ancora oggi si fatica a digerire: ma quali sono state le cause? Ecco che cosa sappiamo.

La notizia della scomparsa prematura del giovane cantante italiano rimane una delle più tragiche del mondo dello spettacolo. Un evento totalmente inaspettato che è arrivato come un fulmine a ciel sereno, soprattutto perché si trattava di un giovane ragazzo di 28 anni con una vita e tanti obiettivi davanti. In merito alle cause del decesso si continua a parlare e discutere.

michele merlo
fonte foto: Instagram

Michele Merlo era uno dei maggiori talenti della scena musicale italiana. Ha fatto il suo ingresso nel mondo dello spettacolo grazie ad Amici, talent che gli ha regalato una grande popolarità e l’affetto del pubblico che non l’ha mai lasciato da solo. Durante la sua esperienza nel programma aveva dato modo di far conoscere il suo talento, rendendosi protagonista di un bellissimo percorso nella scuola.

In molti sono rimasti senza parole quando il 6 giugno 2021 c’è stata la notizia della scomparsa del giovane artista. Un evento che ha sconvolto tutti. In tanti lo hanno ricordato e continuano a farlo. Tra tutti la cantante Emma Marrone che ha mostrato la sua vicinanza alla famiglia Merlo. Ma quali sono le cause della morte?

Michele Merlo cause morte: poteva salvarsi?

Dopo diversi mesi dal tragico evento che ha portato il mondo della musica a fare a meno di uno dei talenti più promettenti, in molti si continuano a chiedere ancora se Michele poteva salvarsi. In merito sappiamo che Michele era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Maggiore di Bologna per via di un’ischemia cerebrale causata ad una leucemia fulminante.

I genitori, Domenico e Katia, si sono immediatamente attivati per cercare di scoprire la verità in merito al decesso del figlio. Una morte così assurda. La Procura di Bologna aveva aperto un fascicolo sul caso, cercando di indagare a fondo sulle responsabilità mediche.

Quello che è emerso fin da subito, però, è che nella città romagnola i medici avevano fatto il possibile per salvare il giovane artista. Il dubbio, quindi, è che cosa è successo nei giorni prima. Per questo motivo l’attenzione degli inquirenti si era sposata in Veneto, la regione in cui abitava Merlo.

Secondo quanto si legge sul quotidiano Il Messaggero, pare che sia nell’ospedale di Cittadella che in quello di Rosà non hanno compreso quello che aveva il cantante. Pare che Michele si fosse recato nelle due strutture sanitarie, sia in quello nel padovano che nel vicentino, perché non si sentiva bene.

Il fascicolo è quindi in mano alla Procura di Vicenza, che sta facendo tutte le indagini del caso e comprendere le eventuali responsabilità e se davvero si tratta di omicidio colposo. Questo perché il giovane aveva lamentato, un volta all’interno degli ospedali, dei dolori forti ed un ematoma alla gamba.

A parlare di recente in merito a questa situazione è stato il padre di Michele, Domenico. L’uomo ha rivelato che “Michele è morto a causa di una sanità che non funziona più”, come si legge sul portale FanPage. Il signor Merlo ha aggiunto che i medici legali avrebbero detto che si poteva salvare se il figlio fosse stato sottoposto a degli esami del sangue. “Aveva una probabilità dal 77% all’89% di guarire, in circa sei mesi, dalla malattia”, ha confessato.