Gerry Scotti straziato di dolore, non è più lo stesso senza di lui

Gerry Scotti ha lasciato delle parole sentite e forti verso una persona a cui teneva tantissimo. Per lui il dolore è enorme ed ha ammesso che senza di lui non sarà più lo stesso.

Il conduttore si è lasciato andare ad una lunga intervista in cui ha parlato un po’ di tutto, sia della sua carriera professionale e sia dei rapporti con i colleghi. Ma, soprattutto, ha parlato per la prima volta di una persona che ha significato molto per lui durante questi ultimi anni di tv. Un volto familiare per il pubblico e gli addetti ai lavori.

Gerry Scotti è un volto molto amato dai telespettatori italiani. Una figura rassicurante ed amica per molti, capace di intrattenere e far distendere chi lo segue. Chi lo conosce bene, sa perfettamente che il conduttore non è capace di mascherare i suoi sentimenti, sia se questi sono di gioia e felicità, sia invece di dolore e tristezza.

In un’intervista rilasciata al portale online FanPage, il conduttore si è lasciato andare al ricordo di una persona che è stata importante per lui. Si tratta di Piero Sonaglia, lo storico assistente di numerosi programmi di Maria De Filippi. È a lui che ha dedicato delle parole di stima, senza mascherare il dolore atroce che prova ancora oggi nel pensiero che non c’è più.

Gerry Scotti parla di Piero Sonaglia: “Un dolore enorme senza di lui”

Dopo più di un mese dal lutto che ha colpito moltissime persone che lavoravano dei programmi in cui l’assistente alla regia ha prestato il suo servizio in questi anni, il conduttore è tornato a parlare di Piero Sonaglia. La sua è stata una morte improvvisa, che ha spiazzato anche i fan che lo vedevano abitualmente in tv.

A dedicargli un ricordo è stato proprio Gerry Scotti, uno di quelli che ha manifestato subito il dolore improvviso. Proprio il conduttore ha rivelato che Piero era un vero punto di riferimento per tutti loro, sottolineando il forte legame che c’era. Poi ha ricordato quando per otto anni è stato lui alla guida dell’ape o del trenino della Scuderia Scotti a Tu si que vales.

Il conduttore ha confessato che quello era uno dei suoi momenti preferiti, che aspettava con la “luce negli occhi” e si divertiva moltissimo. “Registrare i momenti della Scuderia senza di lui, mi riempie il cuore di un dolore enorme”, ha poi sottolineato Gerry.

Scotti ha poi avanzato la proposta che farà agli autori di gridare ancore il suo nome durante la puntata. Una richiesta che probabilmente verrà accolta, anche per ricordare una delle figure di rilievo per le varie trasmissioni Mediaset targate Fascino.