Bollo auto, pagarlo online è più sicuro? Ecco la verità

Tra le tante opzioni di pagamento c’è sicuramente quella online. Tra le tasse che si possono pagare in questo modo c’è il bollo auto. Ma è più sicuro?

Bollo auto (AdobeStock)
Bollo auto (AdobeStock)

Nella vita di una persona ci sono tante scadenze da rispettare. Tasse che annualmente devono essere pagate. Tra queste spunta il tributo regionale legato al possesso di un veicolo. Il classico bollo auto che permette di regolarizzare il mezzo in proprio possesso. Sappiamo bene come, oggi, sia possibile pagare in vari modi.

Le tecnologie avanzano e permettono strade sempre più comode e veloci. Praticamente tutti i consumatori hanno pagato online almeno una volta. Questa modalità si è affiancata da tempo ai distributori fisici. Molti, però, tendono a non reputare il pagamento online come una soluzione sicura.

Da sottolineare, come il bollo auto possa essere pagato in diversi modi. Dalla tabaccheria fino ad arrivare all’ACI, Automobile Club d’Italia. L’importante, si ricordi, affidarsi ad enti abilitati a ricevere il pagamento. Allora, adesso, andiamo a vedere se pagare il bollo auto è sicuro.

Pagare online il bollo auto è sicuro? Ecco la risposta

Dobbiamo premettere una cosa davvero importante. Tutte le strade sono sicure. Non esiste un metodo più sicuro di un altro. Quello che conta è affidarsi ad intermediari certi. Dunque, l’online non è più sicuro di altre strade. Ma ha dei vantaggi che non bisogna sottovalutare.

I vantaggi per i pagamenti online fanno riferimento al tempo e alla comodità. In aggiunta, come si può immaginare, c’è anche la tracciabilità del pagamento. Cosa che permette di avere la certezza di aver pagato la tassa. Tra le altre cose, il pagamento online permette di avere sia la tassa che la ricevuta in digitale. Questo permette di avere rapido accesso ai documenti. Cosa diversa da un cartaceo conservato in un angolo della casa.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto, non è sempre da pagare: ecco i casi in cui scatta l’esenzione

Al di là dei canali aperti a tutti, alcune Regioni danno anche un’altra possibilità. Si tratta della domiciliazione bancaria. Cioè, è possibile versare la tassa prelevando da conto corrente. La pratica è concessa, ad esempio, dalla Lombardia. Il vantaggio, in questo caso, è anche economico. Infatti si può, come riportato dal sito investireoggi, avere accesso al 15% di sconto.