Quanto guadagnerebbero i nonni se accudire i nipoti fosse un lavoro? La cifra virtuale

Calcolando l’impegno dei nonni a tempo pieno, a quanto potrebbe ammontare un ipotetico stipendio? La cifra virtuale che sorprende

Quanto guadagnerebbero i nonni se fosse un lavoro? La cifra virtuale
Coppia anziani (fonte foto: Pixabay)

La figura dei nonni è fondamentale e davvero importante nelle famiglie, e dunque quando si parla di loro e di argomenti loro riguardanti è molto alta l’attenzione proprio in virtù del ruolo rilevante di quest’ultimo: ma se fare i nonni a tempo pieno fosse teoricamente un lavoro, quale sarebbe l’ipotetico e virtuale stipendio?

Figure di riferimento per i figli e non solo, sono molti i nonni che, per così dire, stanno dietro e si occupano dei propri nipoti, svolgendo un ruolo che è davvero prezioso e il cui valore non è quantificabile.

Proprio in merito a tale aspetto, tuttavia, si tratta di un impegno a tempo pieno in molti casi, fatto con il cuore e che, se teoricamente fosse retribuito, potrebbe comportare uno stipendio molto importante, stando alla cifra virtuale secondo i conti e quanto provato a quantificare da ProntoPro, spiega Adnkronos, sulla base di un’indagine condotta da Senior Italia FederAnziani.

Fare i nonni? Un ‘lavoro’ da più di 3000 euro al mese, stando alle cifre ipotetiche e virtuali

Un argomento interessante che mette al centro un ruolo importante, quello dei nonni, che come detto qualora fosse un lavoro e venisse per ipotesi retribuito, porterebbe con sé uno stipendio importante.

Come riportato da diversi siti e testate come Adnkronos infatti, considerando le diverse e svariate attività svolte quali ad esempio autisti privati, animatori, chef a domicilio, l’ipotetica e teorica busta paga dei nonni si aggirerebbe sui 3200 euro.

Un numero che ovviamente resta nel campo dell’ipotesi a proposito di attività che vengono svolte col cuore e con amore, ma che allo stesso tempo, spiega Adnkronos, può servire a provare a fare una riflessione circa sull’assenza di servizi a sostegno di una famiglia con figli, e su quanto sia importante un welfare familiare non sempre riconosciuto.

Adnkronos spiega che la suddetta cifra tiene in considerazione le varie attività che vengono svolte e le paghe orare riconosciute a coloro che si occupano dei medesimi mestieri ma in qualità di lavoratori professionisti. La stima è stata fatta attingendo da un database, si legge, di 600 mila professionisti raggruppati in 500 categorie di servizi.

A compiere tale operazione è stata ProntoPro, si legge ancora, sulla base dell’indagine ad opera di Senior Italia FederAnziani, secondo cui sarebbero fino a 10 ore a settimana quelle dedicate dal 35,5% dei nonni ai loro nipoti; tra le 10 e le 20 ore per il 24,4%, tra 20 e 40 ore per il 7,4% e più di 40 per il 7,4%.

Rispetto ai vari mestieri, per così dire, di cui mediamente potrebbe occuperai un nonno, vi sono quelli relativi all’animazione, con 50 euro in media per un’ora di lavoro, che e cuochi a domicilio 55 euro circa; addetti alle pulizie domestiche fino a 15 euro l’ora in media.

LEGGI ANCHE >>> Case prefabbricate, una continua sorpresa: sapete quanto costano?

Senza considerare le operazioni da tuttofare, per tappare una perdita in casa ad esempio. Ma i nonni spesso si trasformano, per così dire, anche in autisti privati per accompagnare i nipoti a scuola o altrove. Si ipotizzano, si legge, circa 20 euro l’ora immaginando che vi sia un impegno in tale ruolo in media di 6 ore alla settimana.

Per tutte queste attività ed altre ancora, si pensi ad esempio ancora al tutor scolastico per compiti e ripetizioni o al sostegno psicologico per i piccoli e grandi problemi dei nipoti,  ipotizzando un calcolo mensile con tutti impegni svolti, lo stipendio virtuale ed ipotetico di un ‘lavoro’ da nonni potrebbe arrivare anche ai 3200 euro.