Black Friday, aspetti e dettagli poco noti del famoso “venerdì nero”

Tutti hanno sentito parlare del Black Friday, ma in molti non conoscono i dettagli e gli aspetti al riguardo: cosa c’è da sapere sul “venerdì nero”

Black Friday, aspetti e dettagli poco noti del famoso "venerdì nero"
black friday (fonte foto: Wokandapix from Pixabay)

Sono due parole che ricorrono spesso e che tutti o quasi hanno prima o poi sentito parlare: ma cos’è il black friday, quali sono le sue origini, quando cade e cosa c’è da sapere al riguardo: info e dettagli.

Entusiasmo alle stelle e grande attesa per l’arrivo di questo momento di cui tanto si parla in giro, è comprensibile che vi sia grande curiosità da parte di molti relativamente proprio al black friday, che quest’anno cade nel giorno 26 novembre.

Si tratta di una giornata dedicata allo shopping a cui si può accedere con prezzi scontati, sebbene in molti casi le promozioni arrivano già da prima e durano lungo tutta la settimana.

Le origini di tale e noto fenomeno sono americane e tale giornata cade nel quarto venerdì di novembre, la giornata che segue quella del Ringraziamento, il noto Thanksgiving Day.  Ma quali sono nel dettaglio le origini di tale giornata?

Black Friday, origine, significato, cosa accade: i dettagli

Un momento dunque atteso e particolarmente noto, quello in questione, di cui come detto però in molti potrebbero ignorare le possibili origini e la relativa storia. A soffermarsi proprio su questi aspetti è lanazione.it, che nel proprio approfondimento ne delinea la storia, che risalirebbe, stando a quanto si legge, addirittura al lontano 1621.

In particolare, nel Massachussets e nella città di Plymouth, pare che vi sarebbero stati dei padri pellegrini che decisero di unirsi per ringraziare il Dio del racconto. Lanazione.it spiega che negli anni ’60, i commercianti statunitensi cominciarono a proporre degli sconti speciali a cui sarebbe legato il nome di “venerdì nero”.

Quest’ultimi infatti compilavano dei registri contabili segnando gli incassi con la penna nera e le perdite con quella rossa. Tuttavia, altri ritengono che la parola “nero” farebbe riferimento al traffico e all’inquinamento generato dagli automobilisti e dalla ressa presente nelle strade e nei negozi, dovuta agli sconti di quell’unico giorno.

Ancora, spiega lanazione.it, nel 1924 e in particolare nella giornata successiva a quella del Ringraziamento, la catena di distribuzione Macy’s avrebbe organizzato la prima parata legata all’inizio degli acquisti per Natale. Ma la vera e propria esplosione del fenomeno Black Friday negli States risalirebbe agli anni ’80, per poi avere via via seguito negli altri Paesi.

Oggi, gli sconti in questione riguardano oggetti hi-tech ma non soltanto, da poter trovare nelle catene principali tanto negli stori fisici quanto online.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Tv, Black Friday e Cyber Monday: occhio all’occasione!

In ogni caso ed a prescindere da tutto, spiega lanazione.it menzionando i suggerimenti di Aduc, è opportuno confrontare le offerte che si visualizzano, non esagerare cedendo allo shopping senza freni e controllare anche dove si acquista, giacché in caso di problemi può essere semplice far valere i propri diritti di consumatore in UE, ma non altrettanto all’esterno.

È importante agire con moderazione e responsabilità, comprendendo le proprie priorità e stabilendo magari un budget massimo oltre cui non andare e da non sfiorare per non esagerare.