Valentino Rossi può tornare in MotoGP: arriva la proposta indecente

Con un post su Instagram Michele Pirro ha omaggiato Valentino Rossi per la sua ultima corsa in MotoGP. Per il centauro di Tavullia è pronta una proposta sorprendente.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Il pilota italiano, Michele Pirro, ha gareggiato nel Mondiale Superbike con la Ducati Panigale e partecipato al Mondiale Supersport. Il pugliese ha corso anche nel motomondiale nelle classi 125, Moto2 e MotoGP, ottenendo una sola vittoria a Valencia nella classe di mezzo. Un trionfo molto significativo per il team Gresini perché arrivato due settimane dopo la scomparsa di Marco Simoncelli. Dal 2013 il centauro italiano è diventato collaudatore del team Ducati, dimostrando sempre una grande disponibilità alla squadra di Borgo Panigale. Pirro ha preso parte a diversi GP in sostituzione di piloti infortunati, partecipando con una wild card a cinque corse. La sua miglior performance risale a quattro anni fa, quando giunse quinto nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

Tra i tanti piloti emozionati dall’addio alla MotoGP di Valentino Rossi, a Valencia c’era anche Emanuele Pirro, che ha voluto dedicare un post sui social al Dottore e al team Ducati. Per Emanuele il centauro di Tavullia è stato il più grande di tutti i tempi, mettendo in mostra qualità inarrivabili. Valentino Rossi ha scritto pagine storiche del motociclismo, riuscendo a conquistare nove titoli mondiale. L’addio alla MotoGP di una leggenda vivente come Vale rischia di avere delle forti ricadute sul piano dell’immagine del mondo delle corse su due ruote.

L’idea di Emanuele Pirro per Valentino Rossi

Al pilota pugliese è venuta in mente una proposta stupefacente per ingolosire l’ex pilota della Yamaha. Il tester ha chiesto al Dottore di saltare in sella ad una Ducati Desmosedici. Il prossimo anno, fra l’altro, Vale guiderà il suo team VR46 in MotoGP, avendo firmato una partnership con la casa di Borgo Panigale. Sulla moto campione del mondo saliranno Luca Marini, fratello di Rossi, e Marco Bezzecchi. Chissà se, provando la “Rossa”, al nove volte campione del mondo verrà in mente di ritornare già a correre in MotoGP.

La Ducati Desmosedici, come dimostrato dalla riconferma nei costruttori, rappresenta il punto di riferimento in pista. Ai tempi di Vale, invece, la casa di Borgo Panigale non navigava in buone acque. Il Dottore ottenne soli tre podi nel biennio 2011-2012, senza mai salire sul gradino più alto del podio. In dieci anni, la situazione si è completamente capovolta e Pecco Bagnaia e Jack Miller possono godere della migliore moto del lotto.

LEGGI ANCHE >>> Biaggi, parole d’amore per Valentino Rossi: tifosi commossi

Emanuele Pirro ha voluto sottolineare l’incredibile lavoro dei tecnici italiani che hanno riportato la Ducati sul tetto del mondo. Dopo aver vinto il titolo costruttori nel 2020 con la coppia Andrea Dovizioso-Danilo Petrucci, la Ducati ha scommesso sui giovani Bagnaia e Miller. In questa brillante stagione è mancato solo il titolo piloti, vinto da Fabio Quartararo, ma il prossimo anno vi saranno grandi possibilità per la coppia del team Ducati ufficiale. Dopo tanti anni, il sogno di succedere a Casey Stoner non è più un tabù per i piloti della Rossa.

Post di Michele Pirro
Post di Michele Pirro