Il Castello delle Cerimonie, è tutto finto? La rivelazione

Il Castello delle Cerimonie è uno dei programmi più visti su Real Time. Ma cosa c’è dietro? Scopriamo qualche dettaglio in più sullo show. 

Il Castello delle Cerimonie
Il Castello delle Cerimonie

Grazie all’appuntamento fisso su Real Time, Il Castello delle cerimonie è immediatamente diventato una delle location più ambite ed esclusive per festeggiare numerosi eventi importanti per le persone. Matrimonio, comunioni, battesimi, diciottesimi, in molti vogliono il locale per rendere il loro giorno davvero indimenticabile.

Lo show va avanti dal 2014, dove gli spettatori sono testimoni di sogni che si realizzano per decine e decine di persone. Ogni episodio dura 25 minuti ciascuno e a condurre troviamo donna Imma Polese e il marito Matteo Giordano. I due sono subentrati allo storico “Boss delle cerimonie” Don Antonio.

L’uomo non solo è colui che  ha fondato l’Hotel La Sonrisa, il nome vero del castello delle cerimonie, ma è stato anche la persona che fatto reso la location popolare non solo in Campania, ma in tutta Italia. Don Antonio è morto il 1 dicembre 2016, dopo uno scompenso cardiaco. Ma cosa c’è dietro il programma? Scorpiamolo.

Il Castello delle Cerimonie, cosa c’è di vero? Parlano i proprietari

In un’intervista al settimanale Vero di qualche tempo fa, Imma Polese e Matteo Giordano hanno parlato del loro lavoro “vero” e quello di personaggi popolari. “I registi Raffaele e Lorenzo Brunetti quando hanno messo piede per la prima volta al castello ci dicono sempre che è come se hanno sentito gli angeli cantare. – ha detto Matteo Giordano – Sono rimasti folgorati come San Paolo sulla via di Damasco. Da noi c’è un’aria magica”.

Per quanto riguarda l’autenticità del programma, Imma Polese ci tiene a sottolineare che loro non sono due attori. “Nella trasmissione siamo autenticamente noi”, ha detto la figlia di Don Antonio. “Non interpretiamo nessun ruolo, ma raccontiamo in tv la nostra vita quotidiana”.

LEGGI ANCHE >>> Il Castello delle cerimonie: l’inaspettata eredità di Don Antonio

Visto il successo e il riscontro nazional popolare, questo atteggiamento è ben gradito dal pubblico che continua a seguire il programma ed è felice della riapertura dell’Hotel La Sonrisa dopo le difficoltà avute durante il periodo legato alle restrizioni per Covid-19.