Costo della vita, quali sono le città più care? Ecco chi è al vertice della classifica

Con i rincari, le città hanno aumentato il loro costo della vita. Le prime posizioni sono occupate da città costi davvero molto alti.

Costo della vita (AdobeStock)
Costo della vita (AdobeStock)

Le città non si differenziano solo per storia e cultura. A fare la differenza è anche il costo della vita. Non tutte hanno lo stesso costo e, questo, è un aspetto sicuramente da considerare. A maggior ragione con stipendi medio-bassi, non tutti si possono permettere determinate città.

La classifica è stata resa nota dai dati Istat sull’inflazione. Che ha parlato sia di città che di regioni. Le zone interessate dall’analisi riguardano quelle con più di 150 mila abitanti. La classifica è stata poi stilata dall’Unione Nazionale Consumatori, in base al costo della vita.

Tra le regioni, a spiccare sono state, nell’ordine, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e l’Emilia Romagna. La prima con un inflazione di +3,5%, la seconda del 3,1% e la terza con un +3,2%. La Valle d’Aosta è seconda perché già parte da un costo della vita più alto rispetto all’Emilia Romagna. Ora andiamo a vedere quali città siano le più care.

Costo della vita: le città più care

Ricordiamo che l’analisi è fatta su capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti. La città che si è confermata al vertice di questa classifica è Bolzano. Nella città trentina si è verificato un rialzo del 3,5% che è pari a 987 euro dell’incremento della spesa per una famiglia media. Per una da quattro persone, la cifra è di 1361 euro.

Subito dietro troviamo Bologna, che conferma un’inflazione molto alta. Terzo posto troviamo Padova con il +3,6% con una spesa aggiuntiva che va dai 909 a 1339 euro. Mentre, quella più virtuosa è risultata Ancona. Il capoluogo delle Marche si è posizionato 31esimo con un’inflazione del 2,5% pari a 567 euro di spesa aggiuntiva. Diventano 755 euro per una famiglia di 4 persone.

LEGGI ANCHE >>> Fatture della luce, occhio ai rincari: gli errori madornali da evitare

Al di là dei rialzi, sicuramente il costo della vita è da monitorare. Molte famiglie sono con l’acqua alla gola e la situazione è complessa. Una vera e propria emergenza prezzi che deve essere, in qualche moda, stoppata. Viceversa, invece, la situazione potrebbe portare scenari davvero negativi.