Lutto nel mondo del ciclismo: la tragedia colpisce la giovanissima atleta

Il mondo dello sport piange la morte di una giovanissima promessa del ciclismo. L’atleta Desiet Kidane è morta dopo essere stata investita da un’auto mentre si allenava. 

Desiet Kidane (Instagram)
Desiet Kidane (Instagram)

Il ciclismo e lo sport in generale piangono la tragica scomparsa della giovane ciclista Desiet Kidane. I dettagli sulla dinamica dell’incidente devono ancora emergere, ma i primi rapporti affermano che l’atleta ha perso la vita dopo essere stata investita da un’auto lunedì 8 novembre mentre si allenava ad Asmara, in Eritrea.

La 21enne eritrea faceva parte del programma del World Cycling Center dell’UCI Women’s. Sia l’organo di governo che il WCC le hanno reso omaggio martedì mattina con un comunicato. “Con il suo costante sorriso, gentilezza, rispetto e profonda passione per il ciclismo, – si legge sui social – Desiet Kidane Tekeste era un giovane talento emergente che ci mancherà molto”.

Nel comunicato poi l’organizzazione mostra una profonda vicinanza alla famiglia e agli amici della giovanissima ciclista: “I nostri pensieri sono con la sua famiglia, gli amici, i compagni di squadra e gli allenatori durante questo tragico periodo”, si legge sui canali ufficiali dell’UCI.

Chi era Desiet Kidane?

Desiet Kidane era nata il 10 ottobre 2000. Ha mostrato il suo talento nel 2018 con una serie di ottimi risultati come ciclista junior. Ha vinto sia la corsa su strada che la cronometro all’African Continental Championship a Kigali in Ruanda.

Sempre nel 2018 si è classificata 22° nella corsa su strada e 28° nella cronometro ai campionati del mondo di Innsbruck, in Austria. Ha poi partecipato ai Giochi Olimpici della Gioventù in Argentina e si è classificata undicesima.

Questi risultati hanno contribuito a rafforzare i legami con il team del World Cycling Center dell’UCI che l’ha aiutata a acquisire un’importante esperienza nel suo primo anno da ciclista senior nel 2019.

Si è classificata 11° nella classifica giovanile alla corsa a tappe Festival Elsy Jacobs e 19° su una tappa della Vuelta a Burgos Feminas. Oltre a conquistare la vittoria nei campionati nazionali eritrei a cronometro e le medaglie d’argento nella corsa su strada.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nel ciclismo: addio ad una leggenda di questo sport

La pandemia di Covid-19 ha interrotto la sua stagione 2020, ma quest’anno Kidane era tornata con il World Cycling Center, partecipando a numerosi eventi in Belgio e Francia. Questi includevano la partecipazione alla corsa su strada dei campionati del mondo.