Attenzione a questo pesce: presenta una sostanza pericolosa

Un altro richiamo segnalato dal Ministero della Salute. Questa volta si tratta del pesce spada affumicato per via della possibile presenza di un batterio tossico. Vediamo nello specifico. 

Pesce spada affumicato richiamato (Adobe Stock)
Pesce spada affumicato richiamato (Adobe Stock)

Qualche tempo fa erano stati segnalati due lotti di pesce spada per la possibilità che l’alimento presentasse un eccesso di mercurio al suo interno. Questa volta la tipologia dell’alimento è lo stesso, ma il richiamo ufficiale da parte delle istituzioni è di tutt’altra natura.

Si tratta, infatti, di tre lotti di pesce spada affumicato affettato a marchio I Carpacci del Mare. Secondo le prime informazioni, la causa del richiamo da parte del Ministero della Salute, segnalato dalle catene alimentari Tuodì, Fresco Market e InGrande, è dovuta alla “presenza di Listeria monocytogenes”.

La listeria è un batterio tossico ed è una delle cause di intossicazione alimentare. I sintomi principali per la maggior parte delle persone sono nausea, diarrea, dolori muscolari e febbre. Per alcuni potrebbe essere pericoloso, come per le donne incinta, i bambini, gli anziani o le persone con le difese immunitarie basse.

Pesce spada affumicato, tre lotti ritirati: presenza di Listeria

Come abbiamo detto, la segnalazione del fatto è stata data delle catene dei supermercati Tuodì, Fresco Market e InGrande. La segnalazione riguarda tre lotti di pesce spada affumicato di casa I Carpacci del Mare. Il rischio microbiologico è quello che al suo interno c’è la presenza del batterio Listeria.

Le informazioni che abbiamo a riguardo ci dicono che il prodotto segnalato è venduto in confezioni da 100 grammi. Sono le confezioni con il numero di lotto 70 E 31 con la data di scadenza 30/10/2021 (già passata). Poi il lotto 50 D 31 con la scadenza fissata al 10/11/2021. Ed infine il lotto 56 D 31 con la data di scadenza 16/11/2021.

LEGGI ANCHE >>> Attenzione a questi surgelati: contengono una sostanza pericolosissima

L’avviso è stato dato per i consumatori, a cui si raccomanda, a scopo precauzionale, di non mangiare gli alimenti dei tre lotti che sono stati segnalati. Coloro che sono in possesso di una o più confezioni del prodotto richiamato, possono recarsi presso il punto vendita, dove l’alimento sarà rimborsato o sostituito.