Bancomat, sempre più difficoltà a prelevare? Ecco la nuova stangata

In Italia si stanno susseguendo una diminuzione dei bancomat. Una situazione che peggiora di anno in anno. Ecco cosa sta succedendo.

Bancomat
Bancomat

Come ben sappiamo, la pandemia ha fatto danni davvero profondi. Molte filiali bancarie hanno chiuso. Ma, in questo caso, è problema che si trascinava da tantissimo tempo. Si pensi che la situazione è già da 10 anni molto grave e gli sportelli sono diminuiti di circa 10mila unità.

Una situazione davvero a limite e che si sta verificando soprattutto nei piccoli Comuni. Tale scenario non permette alle persone di prelevare con facilità. Una pezza la si stava mettendo tramite gli ATM, ossia sportelli automatici. Soprattutto per aiutare nel prelievo persone anziane o con difficoltà. Anche il progetto degli ATM, con la pandemia, ha subito un brusco stop.

La pandemia ha portato un pesante ridimensionamento. Cosa che ha causato evidenti problemi alle persone. In base all’analisi di Bankitalia, rielaborata poi dall’Uilca, si è visto come dal 2016 al 2020 siano 2800 Comuni Italiani a non avere uno sportello automatico. Molti si chiedono quale siano, allora, le conseguenze.

Assenza di Bancomat: quali conseguenze?

Questa situazione è arrivata fino in Parlamento. Come riportato da Libero, la deputata della Lega Donatella Legnaioli ha presentato un’interrogazione a Daniele Franco, ministro dell’Economia. Le conseguenze, se non si dovesse fermare questo flusso negativo, graverebbero sulle tasche dei clienti.

Bancomat Spa intende inserire commissioni più alte nei prelievi di circolarità. Per questo motivo si è mossa l’Autorità garante della concorrenza e del mercato a dare vita ad un’istruttoria. Insomma, tutto in direzione dei consumatori così da non peggiorare ulteriormente la situazione visto il periodo recente.

LEGGI ANCHE >>> Bancomat, ipotesi supertassa: sorridono le banche, molto meno i consumatori

Sappiamo bene come la direzione sia sempre più centralizzata sul digitale e non sul contante. Operazione a cui, però, serve del tempo per entrare nel quotidiano comune. Nel frattempo la ricerca di ATM prosegue e rappresenta un duro scoglio sia per gli istituti bancari sia per i consumatori. Situazione da monitorare dopo la proposta di Bancomat Spa di un aumento delle commissioni in caso di prelievo ad un Atm di un istituto diverso da quello della carta.