Il dramma Covid di un noto ciclista: “Dovevo farlo prima”

Da qualche giorno il noto ciclista, Filippo Pozzato ha scoperto di avere il Covid. Un dramma a pochi giorni dalla sua prima dose.

Filippo Pozzato, ex ciclista (GettyImages)
Filippo Pozzato, ex ciclista (GettyImages)

Sappiamo bene come il coronavirus sia stato il problema di questi due anni. Ancora oggi, nonostante il vaccino, è un duro avversario da sconfiggere. Quando si viene contagiati è una pesante botta psicologica e fisica. Ed è quello che sta vivendo il noto ciclista italiano Filippo Pozzato.

La sua carriera è partita dal 2000 ed si è conclusa nel 2018. In quegli anni ha vinto la Milano-Sanremo, una tappa del Giro d’Italia e due del Tour de France. Tante battaglie in bicicletta lo hanno forgiato. Però, ora, è davanti ad un’altra battaglia. In lui, come dimostrano le parole rilasciate alla “Gazzetta dello Sport“, ci sono tanti sentimenti contrastanti.

Soprattutto, quello che emerge dalle sue parole è un forte senso di rabbia. Questo perché avrebbe dovuto fare il vaccino tra pochi giorni. Cosa che non potrà più fare per questa situazione che non lo lascia tranquillo.

Filippo Pozzato e il dramma Covid: la rabbia del ciclista

Nell’ultimo periodo, Filippo Pozzato si è dedicato all’organizzazione delle sue tre corse per professionisti. Gli eventi sono andati di scena dal 13 al 17 ottobre. Ora è da qualche giorno ricoverato all’ospedale San Bortolo di Vicenza nel reparto di pneumologia.

Ecco il suo racconto rilasciato a “tuttobiciweb“: “Ho cominciato a star male venerdì 22 ottobre, tre giorni prima che mi vaccinassi. Avevo già fissato il vaccino per lunedì 25, ma al venerdì ho cominciato a star poco bene. Brividi, febbre, poi la difficoltà di respiro, sempre più forte e inesistente: non è uno scherzo“.

L’ex ciclista ha sottolineato come sia una sfida durissima. Una cosa da non prendere sottogamba ma che vuole superare in vista dei tanti progetti che ha in testa. Ha annunciato che, al momento, non ha nessuna maschera ma che potrebbe presto metterla.

LEGGI ANCHE >>> Covid, dramma senza fine: nuovi focolai ed eventi cancellati

Ha anche svelato il perché non si sia vaccinato prima: “Perché mi sono sempre sentito forte, sono stato in mezzo a gente che aveva fatto il Covid e non mi era mai successo niente, e perché ero sempre a tutta con le corse, e avevo deciso di farlo dopo. Sono stato un cogl***, e mi sono preso una bella batosta“.