Covid, dramma senza fine: nuovi focolai ed eventi cancellati

La nuova epidemia di Covid-19 è legata alla variante Delta ed arriva sempre dalla Cina. Tantissimi eventi sono stati cancellati per evitare la diffusione del virus. 

Nuovi focolai Covid-19 in Cina (AdobeStock)
Nuovi focolai Covid-19 in Cina (AdobeStock)

Le nuove infezioni da Covid-19 in Cina stanno aumentando e le aree colpite potrebbero continuare ad espandersi. L’attuale epidemia è causata dalla variante Delta, ha detto un funzionario della Commissione sanitaria nazionale. L’ondata di infezioni si è diffusa in 11 province nella settimana dal 17 ottobre.

Le aree colpite dalla pandemia sono state esortate ad adottare la “modalità di emergenza”. Alcune province, infatti, hanno interrotto i servizi di autobus e taxi a causa del virus. Alcune zone della Mongolia, inoltre, hanno chiesto ai cittadini di rimanere a casa per contenere la diffusione del coronavirus.

La Cina ha confermato le nuove infezioni legate al Covid. Tra le aree coinvolte ci sono sette della Mongolia interna, sei nel Gansu, sei nel Ningxia, quattro a Pechino, uno nell’Hebei, uno nell’Hunan e uno nello Shaanxi. Altri quattro casi asintomatici locali sono stati segnalati in Hunan e Yunnan.

Covid in Cina: riaperture della attività rimandate

La diffusione della variante delta in Asia e l’ondata dei nuovi contagi sta rallentando gli sforzi dei governi per riaprire le attività e far ripartire le proprie economie. A Pechino, ad esempio, l’epidemia si è estesa velocemente ed è importante contenerla prima che degeneri del tutto, hanno detto le autorità. 
Singapore, inoltre, ha annunciato che solo i dipendenti che sono completamente vaccinati o che sono guariti dal virus negli ultimi 270 giorni, possono tornare sul posto di lavoro dal 1 gennaio. Il governo, la scorsa settimana, ha esteso le restrizioni per un altro mese. Perché i casi continuano ad aumentare anche con più dell’84% della popolazione completamente vaccinata.

Covid-19 in Cina: eventi rimandati

A poco più di 100 giorni dall’inizio dei Giochi olimpici invernali a Pechino 2022, la Cina si vede costretta ad annullare e rimandare gli eventi sportivi a causa del propagarsi del virus. Nelle ultime ore, dietro l’aumento dei casi nella nazione, le organizzazioni non hanno potuto confermare le manifestazioni.

Il primo evento bloccato è stato la maratona di Wuhan che attendeva in città 26.000 partecipanti. L’organizzazione ha detto che rimborserà la quota d’iscrizione a coloro che si sono iscritti alla manifestazione.

LEGGI ANCHE >>> Chi deve fare la terza dose del vaccino covid-19? Parla l’esperto

Stesso destino è successo ai 30.000 iscritti alla maratona di Pechino in programma il 31 ottobre. Questo non è ancora stato annullato, ma solo rimandato a data ancora da comunicare. L’obiettivo è quello di frenare i contagi e preservare le Olimpiadi Invernali di Pechino 2022.