Una parola di troppo: come contattare il programma di Magalli?

Giancarlo Magalli è partito con un nuovo game show pomeridiano. Andiamo a veder come partecipare ad Una parola di troppo.

Una parola di troppo (Screen Rai)
Una parola di troppo (Screen Rai)

La televisione italiana ha da poco ospitato un nuovo game show. Una parola di troppo è iniziato dal primo novembre e va in onda dal lunedì al giovedì dalle 17:15. Alla conduzione un mito della televisione italiana, Giancarlo Magalli. Il programma ha un format che si basa da uno americano con il nome Lingo. Format già trasmesso in Italia su canale 5 con Timperio Timperi nella stagione 92/93.

Potrebbe ricordare Reazione a Catana in quanto, il gioco, richiede una discreta padronanza della lingua italiana. Questo, però, richiama fortemente l’ambito enigmistico. Nel gioco possono partecipare tre coppie che sono legati in qualche modo. Dai rapporti di amicizia fino a quelli di parentela.

Il gioco si sviluppa attraverso sette prove. Ci sono tre round più il gioco finale che permette alla coppia arrivata in finale di presentarsi la volta successiva. Vediamo insieme come contattare la trasmissione.

Tutti i contatti per una parola di troppo

Sappiamo bene come i game show possono incuriosire le persone. Non solo i telespettatori ma anche quelli che vogliono tentare di partecipare. Un gioco interessante e che potrebbe avere tante persone per provare a vincere.

Il primo modo per contattare è quello tramite mail [email protected]. Questa permette, con tutti i dovuti dati, di poter essere messi in lista per una partecipazione. In alternativa alla mail, c’è il numero 06.83535010 che permette di essere ricontattati appena possibile. Anche telefonicamente bisognerà dire dove si abita, i componenti della coppia e il grado di parentela o conoscenza e così via.

LEGGI ANCHE >>> Come si fa a contattare Le Iene? Ecco come partecipare al programma

Per poter partecipare non servirà altro che contattare tramite questi due metodi. Un’alternativa potrebbe essere quella dei canali social. Quest’ultima servirà, però, solo per chiedere delle informazioni. Sul mettersi in lista per una futura partecipazione, le strade da seguire sono quelle precedentemente dette.