Dove si trova ora Denise Pipitone? Ecco gli ultimi aggiornamenti

Il caso Denise Pipitone continua a tenere tutti con il fiato sospeso. Gli ultimi aggiornamenti non sono positivi ma la speranza dei genitori non svanisce.

Denise Pipitone (Google Images)
Denise Pipitone (Google Images)

Denise Pipitone è un caso iniziato nel 2004 e che ancora oggi non ha una risposta. La piccola bambina è scomparsa e, nonostante le ricerche, non è stata trovata. Dopo 17 anni si è ritornato a parlare del caso della piccola Denise. Ma, fino a questo momento, la situazione sembra simile a 17 anni fa.

I genitori, Piera Maggio e Pietro Pulizzi, non smettono di ricercare e non si danno per vinti. Oggi hanno più mezzi a disposizione e infatti sui social cercano l’aiuto di tutti per mettere un punto ad una storia drammatica. Nei giorni giorni abbiamo letto tanti post di Piera Maggio molto particolari. Parole dure e che potrebbero avere un obiettivo finale.

Le ricerche vanno avanti e tutti si augurano di vedere il colpo di scena finale. Quello che porterebbe dopo tantissimi anni Denise dai suoi genitori. La situazione è intricata e molti ancora si chiedono dove si trovi Denise Pipitone.

Dove si trova Denise Pipitone? Le ultime sul caso

Gli ultimi aggiornamenti sul caso sono molto pochi. Verso fine mese di novembre si deciderà l’archiviazione del caso richiesta dalla Procura di Marsala. Una decisione che farebbe male ai genitori di Denise. Vedremo quale sarà la decisione dei giudici e se si potrà andare avanti con le indagini.

Parallelamente, Piera Maggio continua la sua attività social. Sia tramite dei post duri sia tramite l’immagine di una Denise 21enne. Questa avuta grazie al lavoro di Paloma Joana Galzi del Forensic Imaging Specialist che ha usato le foto della piccola più quella dei genitori e del fratello. Sui social, la mamma di Denise riceve sempre supporto costante che le permette di andare avanti.

LEGGI ANCHE >>> Denise Pipitone, mamma Piera inviperita: cosa le hanno fatto? (FOTO)

Dalla decisione di archiviazione si capirà se le ricerche continueranno. Quello che è certo è che i genitori non si fermeranno. La vicenda sembra avere ancora troppe cose non dette e tenute nascoste. La speranza di chi segue il caso da vicino è di mettere un punto così da mettere alle spalle una storia che dura da quasi venti anni.