Attenzione a questi alimenti, richiamati dal Ministero: pericolo di contaminazione

Ancora un richiamo per due alimenti da parte del ministero della salute. Questa volta l’allerta riguarda le vongole e il salame strolghino. Pericolo salmonella.

Alimenti richiamati dal ministero della salute (AdobeStock)
Alimenti richiamati dal ministero della salute (AdobeStock)

Recentemente vi abbiamo parlato del rischio di trovare il germe Escherichia coli in alcuni formaggi venduti all’interno di alcuni supermercati. Adesso, il richiamo del Ministero della Salute riguarda altri due generi alimentari. Il rischio è quello di trovare al loro interno la Salmonella.

Come alcuni di voi sapranno, la Salmonella è un batterio che provoca l’infezione salmonellosi. Viene solitamente trasmessa all’uomo mangiando cibi contaminati. I sintomi  sono diarrea, febbre e dolori addominali e crampi. Di solito iniziano entro 12-96 ore dopo l’esposizione. Ma possono arrivare anche dopo 2 settimane l’assunzione.

Gli alimenti contaminati sono spesso di origine animale, come pollame, maiale, manzo, pollame, latte o uova. Ma tutti gli alimenti, comprese le verdure, possono essere contaminati. Ecco quali sono nello specifico gli alimenti che sono stati richiamati dal ministero della salute.

Pericolo salmonella: attenzione a vongole e salame

Come abbiamo anticipato poco fa, ci sono stati due richiami alimentari. Il primo di questi riguarda il salame strolghino. La segnalazione è arrivata dal supermercato Coop al lotto prodotto dal marchio Terre Ducali.

Il prodotto in questione è venduto nella confezione da 260 grammi, il cui numero di lotto è S213503. Il salame richiamato dal ministero è stato prodotto a Lesignano de’ Bagni, in provincia di Parma. Precisamente nel Prosciuttificio San Michele Srl, nello stabilimento di via Cavo 16.

Il secondo richiamo, invece, riguarda le vongole del Pacifico precotte, sgusciate e surgelate a marchio Veliero. La segnalazione è stata fatta dopo che l’alimento è stato prelevato dall’Asp di Ragusa.

Il prodotto in questione è stato venduto in confezioni da 100 grammi, il cui numero di lotto è di L.13ES e la scadenza 05/2023. Le vongole sono state prodotte ad Acquaviva Picena, in provincia di Ascoli Piceno. Precisamente nello stabilimento Sgattoni Surgelati Srl di via Giacomo Matteotti 8.

Il richiamo è stato fatto, per entrambi, in via cautelativa per via del pericolo del batterio di Salmonella. Il ministero si raccomanda ai consumatori di non utilizzare i prodotti con i lotti segnalati. E di restituire gli alimenti al punto vendita acquistati.